Cerca

Speciale derby

Roma, sarà Patrizio Rozzi l'amara sorpresa per i biancocelesti?

Il fantasista ha trovato poco spazio nelle ultime settimane e contro la Lazio potrebbe partire di nuovo dalla panchina

10 Marzo 2022

Rozzi

Patrizio Rozzi (Foto ©Scopigno Cup)

Nella prima parte di stagione è stato a più riprese l'ago della bilancia dei successi giallorossi, frutto di una qualità tecnica superiore alla media che fa il paio con una visione di gioco di ottimo livello. Non che il primato conquistato dalla Roma nel girone sia stato ovviamente solo merito suo, ma Patrizio Rozzi ha dimostrato spesso di aver quel quid in più in grado di spaccare in due la partita con una sola giocata. Poco meno di 400 i minuti in campo fino alla fine di gennaio, poi il mercato e la concorrenza agguerrita per una maglia da titolare nella zona nevralgica del rettangolo verde lo hanno relegato in panchina. L'arrivo di Jacopo Surricchio prima e l'approdo nella Capitale di Mate Ivkovic poi hanno chiuso gli spazi di Rozzi, la cui ultima titolarità risale al 30 gennaio contro la Salernitana. Poi una ventina di minuti con il Crotone, in panchina nel big match con il Napoli, non convocato per la trasferta sul campo della Ternana e appena cinque giri di lancette a sua disposizione contro il Lecce. Contro la Lazio Rozzi dovrebbe partire di nuovo dalla panchina, anche se sono tanti i punti di domanda per Marco Ciaralli. Ienco non si è allenato ad inizio settimana ma dovrebbe recuperare, mentre c'è ancora incertezza per Boldrini. Il pestone rimediato a Terni da Ivkovic fa ancora male, per questo l'ultimo arrivato alla corte giallorossa non è stato convocato per la sfida interna contro il Lecce e, ad oggi, è ancora da valutare. Bolzan potrebbe essere chiamato a rapporto da Giuseppe Scurto, che domenica se la dovrà vedere contro l'Inter (arrivò proprio contro i nerazzurri la prima sconfitta stagionale dell'Under 18). Insomma, le incertezze circa l'undici titolare del derby sono tante e chissà che non sia proprio Rozzi la sorpresa di Ciaralli. Dal primo minuto - spera il talento classe 2005 - o magari a partita in corso per aumentare la qualità dal centrocampo in avanti quando le energie si saranno in parte deteriorate. Sarà quindi Rozzi la sorpresa della stracittadina? Chissà, certo è che la voglia di incidere in una sfida così importante il 10 la sente dentro. E certa sarebbe pure la dedica verso il cielo. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE