Cerca

Speciale derby

Roma, riflettori puntati sull'Osservato Speciale Alessandro Tosti

Nel derby di andata fu protagonista in negativo della stracittadina. Il centrale difensivo giallorosso, leader e certezza della formazione di Scala, cerca la sua rivincita

11 Marzo 2022

Tosti in azione nel derby di andata

Tosti in azione nel derby di andata (Foto ©De Cesaris)

Con la Roma targata Mattia Scala lanciata sin da inizio stagione in vetta al girone, trovare momenti negativi del cammino giallorosso è impresa ardua. A voler cercare l'ago nel pagliaio, il primo tempo del derby di andata non fu certamente semplice per i 2008 di Trigoria. E quando la nave rischia di affondare, la responsabilità è anche e soprattutto del capitano. Alessandro Tosti, nella stracittadina di andata, fu suo malgrado protagonista in negativo della partita del Di Bartolomei. Una delle pochissime sbavature di un campionato che il centrale capitolino sta disputando alla grande. Capitano e difensore dei lupacchiotti, Tosti ha dimostrato di essere un profilo da seguire con estrema attenzione in ottica futura per qualità tecniche, fisiche e per una mentalità da calciatore già formato. E sarà stato per questo, per la pressione del primo derby in un campionato Pro o più semplicemente a causa di una piccola disattenzione. Sta di fatto che la dormita col pallone tra i piedi permise a Zangari di portare in vantaggio la Lazio. Ad inizio ripresa non andò meglio al centrale giallorosso che venne letteralmente aggirato da Di Claudio in occasione del raddoppio biancoceleste. Due momenti, pochi secondi, eppure quel derby si era messo davvero male per la Roma, che poi riuscì a rimettersi in carreggiata anche e soprattutto grazie alle sostituzioni impeccabili dell'allenatore giallorosso. Le motivazioni in una gara così importante (prima contro seconda del girone) vengono da sé e se aggiungiamo anche che si tratta di un derby il quadro è completo. Per Tosti sarà una gara ancor più importante, alla ricerca del riscatto, alla ricerca della dimostrazione effettiva dell'essere uno dei migliori difensori del campionato, anche al cospetto di una squadra forte come la Lazio. La sua prestazione sarà di cruciale importanza nella sfida contro il team di Paolo Ruggeri, non solo per mettere e freno l'impeto e la qualità del reparto offensivo laziale, ma anche perché finora il capitano della Roma si è dimostrato pure avvezzo al gol. E allora chissà che sugli sviluppi di un calcio d'angolo non sia la sua testa a colpire il pallone vincente. Per scacciare via i fantasmi del derby di andata. Per portare la sua Roma al trionfo e confermarla al vertice del girone. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE