Cerca

Italia U20

Gli Azzurri non vanno oltre il pari con la Germania. Vergani evita il ko

Al momentaneo vantaggio di Tauer ha risposto l'attaccante in tapin. Una buonissima Italia deve accontentarsi di un punto

24 Marzo 2022

Alberto Bollini

Alberto Bollini (Foto ©Figc)

Il primo tempo è tutto di marca azzurra e la formazione tedesca si vede costretta ad abbassare il baricentro nella propria metà campo. I ragazzi di Bollini, al contrario, conquistano pian piano metri andando al tiro per tre volte in rapida circostanza. Prima Calafiori, poi Esposito e Oristanio non riescono ad incidere. Al quarto d'ora è la Germania a confezionare una buona chance ma Russo in uscita nega a Tauer la possibilità di battere a rete. Dopo una fase di equilibrio, negli ultimi 15' è sempre l'Italia a dominare nel possesso e dal punto di vista delle occasioni da gol. Calafiori, a 5' dal duplice fischio, scaglia il mancino dando l'illusione del vantaggio con il pallone che colpisce l'esterno della rete. Prima di rientrare negli spogliatoi cercano gloria Esposito, con un destro e giro, e Milanese in percussione ma anche i loro tentativi si rivelano inefficienti. Nella ripresa il copione della gara è pressochè identico rispetto alla prima frazione ma è la Germania, al 10', a trovare il beffardo 0-1. Break di Tauer sulla trequarti e inserimento palla al piede, la difesa azzurra è troppo statica, l'intervento di Russo è tutt'altro che impeccabile ed il destro del numero 6 tedesco finisce in fondo al sacco. L'Italia replica quasi subito con il colpo di testa di Calafiori su cross di Riccio ma la sfera termina fuori di un soffio. Al 24' Leka-Schmidt lascia i suoi in inferiorità numerica e forte dell'uomo in più l'Italia dà vita ad un vero e proprio assalto, ma il pallone di entrare non ne vuol sapere. Ad una decina di minuti dal termine arriva il meritato pareggio firmato da Vergani che sfrutta al meglio un tagliente traversone al bacio di Oristanio. L'1-1 galvanizza l'Italia e soprattutto Oristanio che 300'' colpisce la traversa con la complicità di una deviazione a Gebhardt battuto. Al 40' la Germania resta persino in nove uomini a causa del rosso rimediato da Messeguem. Nel recupero è forcing totale, ma l'Italia non riesce a sfondare, finisce in parità. Gli Azzurri torneranno in campo il 28 marzo contro la Norvegia mentre i tedeschi, primi in classifica, se la vedranno con l'Inghilterra.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE