Cerca

PRIMAVERA 1

Roma, un ko che fa male. Scene di nervosismo nel finale

Con un gol nel primo tempo il Napoli batte la capolista al Tre Fontane

20 Aprile 2022

30a GIORNATA - 20 aprile 2022

Roma 0 - 1 Napoli
Giacomo Faticanti

Giacomo Faticanti (Foto ©D'Offizi)

ROMA Mastrantonio 6.5, Vicario 5, Morichelli, Ndiaye 5 (22’st Missori 5.5), Rocchetti 5.5 (15’st Oliveras 6), Louakima 6 (15’st Cassano 6), Faticanti 6, Tahirovic 6 (36’st Pagano), Volpato 6, Cherubini 6, Satriano 5 (22’st Padula 6.5) PANCHINA Baldi, Del Bello, Tripi, Feratovic, Di Bartolo, Keramitsis ALLENATORE De Rossi

NAPOLI Idasiak, Barba 6, Costanzo 6.5, Iaccarino 6.5 (35’st Gioielli sv), Acampa 6.5 (44’st Giannini sv), Hysaj 6, Vergara 6.5 (28’st Spavone sv), D’Agostino 6.5, Ambrosino 7.5 (35’st Pesce sv), Cioffi 6 (28’st Marchisano sv), Saco 6 PANCHINA Boffelli, De Luca, Nosegbe, Marranzino, Giannini, Mercurio ALLENATORE Frustalupi

MARCATORI Ambrosino 12’pt

ARBITRO Pirrotta, 5 ASSISTENTI Basile e Bianchi

NOTE Espulsi Al 48’st Morichelli (R) per doppia ammonizione Ammoniti Faticanti, Iaccarino, Cassano, Saco, Gioielli Angoli 6-7 Fuorigioco 2-0

Dopo tre settimane di vittorie e soddisfazioni la Roma torna a perdere. Il ko arriva al Tre Fontane per mano di un Napoli bravo a colpire nelle occasioni avute. Il primo squillo è di marca giallorossa e proviene dai piedi di Tahirovic che dopo una lunga serie di passaggi scaglia un potente destro dai venticinque metri, Idasiak blocca in presa alta senza troppi problemi. Al quarto d’ora è però la formazione partenopea a trovare il vantaggio. Sugli sviluppi di un lancio dalle retrovie Ndiaye svetta di testa ma liscia il pallone. Ambrosino controlla, rientra sul destro lasciando sul posto il centrale giallorosso e fulmina Mastrantonio per lo 0-1. La Roma non riesce a rispondere e il Napoli ne approfitta sfiorando il raddoppio. D’Agostino s’incunea in area, con una finta elude l’intervento di Tahirovic e calcia sul primo palo, Mastrantonio si distende sulla sua sinistra e mette in corner. Solo al 20’ i ragazzi di Alberto De Rossi trovano la forza di rialzarsi: Faticanti appoggia per Volpato che trova una splendida linea di passaggio sulla corsa di Loukima, il cross rasoterra del francese viene bloccato da Idasiak. Ad una manciata di minuti dal termine la Roma sfiora il pari con un bel piazzato mancino di Tahirovic, ancora una volta a conclusione di una lunga ragnatela di passaggi, che scheggia il palo alla destra di Idasiak. L’ultima emozione del primo tempo in casa Roma è un tiro dall’interno dell’area di rigore di Satriano che in girata non riesce a colpire con efficacia. Il Napoli va invece vicinissimo al secondo gol con il destro a giro di Cioffi e, subito dopo, con il tapin di Ambrosino respinto in qualche modo dalla difesa capitolina. Roma subito arrembante nella ripresa con il Napoli costretto a rintanarsi nella propria metà campo. Volpato prova a riaccendersi con un doppio passo ubriacante seguito dal destro sul primo palo respinto con i guantoni da Idasiak. Al 12’ una veloce ripartenza della Roma permette a Cherubini di andare a calciare da ottima posizione, Costanzo anticipa anche Idasiak e con la mano nega il gol all’11 romanista. Incredibile parata del difensore partenopeo non ritenuta tale dall’arbitro che lascia correre. Al 20’ il Napoli supera la metà campo e fa male, ma viene tenuta in piedi da un grandissimo Mastrantonio. Morichelli si lascia prima ingannare dalla traiettoria del pallone e poi dal tocco di Ambrosino che s’invola a tu per tu con il portiere giallorosso, gran colpo di reni dell’ex Urbe e pericolo sventato. La Roma continua ad alzare la pressione, cambia modulo passando alla difesa a 4 e macina un’occasione dopo l’altra. Su una deviazione di Vicario, dopo il corner di Volpato, Morichelli manca di un soffio l’appuntamento col pallone. Poi Padula e Volpato duettano in area, il centravanti di Ostia calcia da tre metri trovando la risposta di Idasiak, il pallone carambola sulla testa di Padula ma poi finisce clamorosamente fuori. Ancora Padula protagonista a 3’ dalla fine quando su un cross di Pagano colpisce di testa senza inquadrare lo specchio, palla al lato di un soffio. L’ultima speranza giallorossa si spegne sulla parata di petto di Idasiak sul destro volante di Cherubini. Nel finale si accende un clamoroso parapiglia: Barba provoca Cherubini, da lì succede di tutto. Le scene da censura terminano con il Napoli sotto la tribuna occupata dai sostenitori romanisti per schernire gli sconfitti. Nella vergogna generale, da sottolineare l’atteggiamento di Giacomo Faticanti che ha provato a riportare la calma in tutti i modi. Sì, forse è anche per questo che farà il calciatore. Anzi, se mai dovesse essere così, sarà soprattutto per quello.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

# Squadra Punti G V N P GF GS

EDICOLA DIGITALE