Cerca

Focus

Alessio Maccari: dallo Scudetto con l'Urbe al Cosenza

L'esterno sinistro ha salutato la Capitale nell'estate del 2019, dopo aver scritto una delle pagine più belle del calcio giovanile laziale

28 Aprile 2022

Alessio Maccari

Alessio Maccari (Foto ©Facebook/Alessio Maccari)

Era il 28 giugno del 2019 e l'Urbetevere di Pasquale Barba si cuciva il tricolore sulla maglia al termine di una delle cavalcate più belle e sorprendenti degli ultimi anni (e forse qualcosa di più). L'impresa con la Nick Bari, il clamoroso pokerssimo che lanciò i gialloblù alla finale, lo 0-3 assestato al Tau Altopascio. In quella caldissima estate di tre anni fa l'Urbe fece parlare di sè l'Italia intera. Tra i tanti e assoluti protagonisti di quella meravigliosa cavalcata Scudetto, a spiccare fu Alessio Maccari, ala sinistra attualmente al Cosenza. In semifinale realizzò la decisiva doppietta, nelle pagelle post gara scrivemmo "Maccari 9. Anche lui insieme al suo compagno di reparto segna una splendida doppietta regalando il pass per il match decisivo per lo Scudetto". All'ultimo atto prese definitivamente il volo innalzandosi a MVP della finale: "IL MIGLIORE Maccari 10. Oggi sembrava avere un motorino al posto delle gambe. Con la sua qualità ha messo a ferro e fuoco la difesa avversaria regalando assist a profusione ai suoi compagni. Il gol che ha aperto le danze è la ciliegina su una stagione esaltante". Le attenzioni del professionismo non ci misero troppo a bussare alla porta di Maccari che nell'estate del 2020 chiuse la valigia alla volta di Cosenza. Dopo una prima stagione fortemente segnata dalla pandemia, in Primavera 2 ha accumulato una decina di presenze e realizzato due gol. Un bottino niente male considerando che si tratta di un 2004 e che un problema fisico lo ha fermato per oltre un mese. Ha spesso condiviso l'attacco con Massimo Zilli, un'altra vecchia conoscenza della nostra regione con un passato nella Lazio. Il 3-5-2 proposto da Antonio Altamura non si è sposato alla grandissima con le caratteristiche di Maccari, esterno sinistro naturale, che però si è riuscito a calare ugualmente nel ruolo di seconda punta offrendo, quando chiamato in causa, prestazioni più che positive. La prossima stagione sarà fondamentale per la sua crescita.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE