Cerca

Primavera 1

Roma e Bologna subito faccia a faccia: un confronto che sa di finali

La nuova lupa di Federico Guidi esordisce tra le mura amiche dopo il netto 0-3 di Cesena. I rossoblù, tentano il secondo colpaccio di fila: ma "colpaccio" non è il termine più adeguato...

26 Agosto 2022

Satriano e Pisilli

Satriano e Pisilli nella sfida di Cesena(Foto ©De Cesaris)

No, "colpaccio" non è sicuramente il termine più adeguato per descrivere il successo del Bologna, all'esordio, contro i campioni in carica dell'Inter. Il perchè lo racconta il lavoro che sta portando avanti il club con il proprio vivaio e, soprattutto, la passata stagione. La finale Scudetto raggiunta con l'Under 18 e quella vinta con l'Under 17 la dicono lunga su quello che la Primavera felsinea potrà fare. Proprio per questo la formazione di mister Vigiani è una seria contendente al titolo finale e l'esordio stagionale lo ha confermato, con il Bologna uscito vincitore dal confronto con i Campioni d'Italia. Va da sè la difficoltà del match di questo pomeriggio per la Roma, che disputerà la prima gara in casa della nuova gestione Federico Guidi. Il modulo sarà sempre lo stesso - il 4-3-3 - ma forse con qualche novità rispetto all'undici di Cesena. Il reparto difensivo dovrebbe rimanere invariato, mentre in cabina di regia tornerà Faticanti, con Vetkal in panchina. Scalpita Pisilli, che al debutto stagionale è subentrato a Tahirovic disputando un'ottima ripresa. Stesso discorso per D'Alessio, Koffi e Joao Costa, il cui approccio alla sfida è stato importante per consolidare il successo, come ha sottolineato lo stesso Guidi nell'intervista di ieri. In avanti il trio Cassano-Satriano-Cherubini ha pienamente convinto, con il centravanti classe 2003 autore della doppietta decisiva insieme al gol dell'esterno coetaneo. Oggi alle 16.00 - orario del calcio d'inizio del big match - a giocare un ruolo fondamentale in chiave romanista sarà la difesa, chiamata a contenere un reparto avanzato di altissimo livello. Per l'occasione, Raimondo e Amey faranno ritorno in Primavera, mentre Urbanski resta al servizio della prima squadra impegnata in casa del Milan. Dopo gli esperimenti nella pre-season tra 4-3-3 e 4-3-1-2, Vigiani dovrebbe riproporre il 3-5-2 schierato con l'Inter, maggiormente accorto e coperto. Attenzione massima nei confronti di Mmaee, attaccante classe 2004 di origine marocchina prelevato dallo Standard Liegi in questa sessione di mercato, in pieno ballottaggio con Raimondo. E, qualora non dovesse partire dal 1', occhio a Gennaro Anatriello, funambolico jolly offensivo che nella scorsa annata - insieme ad Andrea Mazia - ha trascinato l'Under 18. I due, insieme, segnarono la bellezza di 49 gol. In casa Roma, invece, se la situazione non dovesse sbloccarsi, occhio all'ingresso del 2005 Joao Costa

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni