Notizie
Categorie: Altri sport

A2- Eurobasket sfortunata: in Sicilia perde di un punto

La formazione capitolina gioca una grande partita, ma non riesce ad avere la meglio sulla Orlandina



ORLANDINA – EUROBASKET 75-74


CAPO D'ORLANDO Marco Laganà 24 (4/13, 1/5), Jon Elmore 20 (3/8, 3/7), Jacopo Lucarelli 13 (4/6, 1/3), Yantchoue joseph Mobio 8 (2/2, 0/1), Akos Keller 6 (2/7, 0/0), Andrea Donda 4 (1/1, 0/0), Simone Bellan 0 (0/2, 0/1), Lorenzo Querci 0 (0/0, 0/0), Uchenna Ani 0 (0/0, 0/1), Alberto Triassi 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Neri 0 (0/0, 0/0), Giancarlo Galipó 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 28 / 37 – Rimbalzi: 41 14 + 27 (Akos Keller 12) – Assist: 16 (Jon Elmore 6)


EUROBASKET ROMA  Alessandro Amici 16 (2/4, 3/8), Eugenio Fanti 14 (3/5, 2/2), Giovanni Fattori 12 (2/6, 2/6), Rain Veideman 12 (2/4, 2/6), Antonino Sabatino 9 (3/3, 1/1), Alexander Cicchetti 6 (2/10, 0/0), Kenneth Viglianisi 5 (1/2, 1/3), Marco Maganza 0 (0/3, 0/0), Andrea Leonetti 0 (0/0, 0/0), Matteo Graziani 0 (0/0, 0/0)


Luiss, Sabatino in azioneSicilia fatale per i capitolini che in Trinacria rimediano due sconfitte consecutive nel giro di una settimana. Dopo la trasferta di sette giorni fa ad Agrigento, Eurobasket approdava oggi a Capo D’Orlando con la voglia e la necessità di portare a casa due punti per staccare di quattro Capo D’Orlando nella classifica del girone Ovest, ma un primo tempo decisamente sottotono consente ai padroni di casa di agganciare i capitolini a quattordici punti in classifica. Finisce 24-9 il primo quarto con i padroni di casa che concedono poco e nulla ai capitolini grazie ad una difesa asfissiante ed un’ottima precisione al tiro. Apre il referto della partita Viglianisi con un canestro dall’area. Poi Orlandina mette giù in parziale aperto di 7-0 per il massimo vantaggio di più cinque sugli ospiti. Veideman dall’angolo e poi Fattori riducono a meno uno lo svantaggio portando il punteggio sul 7-6. I ragazzi di coach Sodini non ci stanno e mettono giù un altro parziale di 8-0 con due schiacciate di Keller e Mobio in rapida successione. Laganà, Lucarelli Donda ed Elmore mettono a referto altri nove punti e chiudono il primo quarto sul 24-9. I primi cinque minuti della seconda frazione di gioco hanno davvero poco da raccontare. Sette punti per i padroni di casa, cinque dei quali segnati a cronometro fermo, mentre sul fronte opposto una pregevole schiacciata di Amici porta Eurobasket ad undici punti. A metà del secondo quarto di gioco Eurobasket è sotto di venti punti, 31-11 lo score in favore dei padroni di casa. La reazione dei capitolini passa per le mani di Sabatino e capitan Fanti che fuori dal cerchio ne piazzano rispettivamente una a testa consentendo un parziale recupero che porterà le formazioni alla pausa lunga sul punteggio di 37-25. La terza frazione di gioco si apre con una tripla di Amici che riduce lo svantaggio sotto la doppia cifra, ma poco più tardi Lagana, Mobio e Lucarelli riportano Orlandina avanti di diciotto punti. Eurobasket sembra di nuovo in balia degli avversari, ma con un parziale di gioco di 14-2 i ragazzi di coach Maffezzoli trovano il colpo di reni che consentirà loro di riaprire la partita arrivando a meno sei dai padroni di casa. Sulla sirena Veideman infila una tripla che consente ad Eurobasket di andare all’ultimo riposo sul punteggio di 54-49. L’ultima frazione di gioco mette alla prova le coronarie di tutti gli spettatori del PalaFantozzi. Eurobasket ormai ha portato l’inerzia dalla sua e dopo aver riacciuffato i siciliani sul 62 pari (tripla di Veideman) trova anche la forza di allungare di due possessi pieni a poco meno di un minuto dal termine della partita. Il finale è quasi surreale: sul 72 – 74 un dubbio fallo intenzionale viene fischiato a capitan Fanti quando mancano solo 11” alla sirena. Lucarelli fa un viaggio in lunetta e mette dentro un tiro su due. Siamo 73-74. Rimessa per i siciliani ed azione che finisce con l’assist di Elmore per Lucarelli che mette a segno il canestro della vittoria.