Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Alessio Fatati si racconta: "Trastevere, dediche e futuro"

Dopo la straordinaria doppietta realizzata in casa della formazione di Scudieri valsa la finale play-off, parla Alessio Fatati tra passato, presente e futuro



Uomo copertina del successo del Trastevere in casa dello Sff Atletico è stato sicuramente Alessio Fatati, centrocampista classe 1989 autore di una doppietta decisiva domenica: "Senza dubbio sto attraversando un bel periodo dal punto di vista realizzativo - racconta Fatati - e la cosa più bella è che sono tutti gol in partite importanti che hanno un grande peso specifico. Domenica è stata dura perché loro sono un'ottima squadra, forse come profondità della rosa superiori anche a Rieti ed Albalonga. Abbiamo dimostrato di essere una squadra forte sotto tutti i punti di vista, andare sotto sapendo di dover vincere per forza per ribaltare il risultato in trasferta giocando con quell’autorità è sintomo di una grande squadra con grandi attributi. Stiamo bene e speriamo di cavalcare l’onda dell’entusiasmo anche domenica prossima contro l'Albalonga nella finale play-off". Dal presente al calciomercato che tornerà a breve d'attualità: "La scorsa estate ho avuto molte richieste soprattutto da società del Sud, di cui alcune importanti però credo sia stato giusto restare qui vista la fiducia che la società aveva avuto nei miei confronti. Penso di aver fatto la scelta giusta visto che sono di nuovo in finale playoff anche se con un percorso diverso ma forse migliore dello scorso anno. Sappiamo che confermarsi quando tutti si aspettano qualcosa da te è più difficile che stupire: credo di esserci riuscito e questo rende la stagione ottima ma può diventare ancora fantastica".


Alessio Fatati in gol domenica contro l'Sff Atletico (@Romani)


Si passa quindi a parlare del prossimo futuro di Alessio Fatati: "Per quel che riguarda il mio futuro non so, con la società non abbiamo parlato ancora: sono stati due anni esaltanti e francamente non so quali siano le loro intenzioni. La mia volontà è quella di crescere ancora e cercare obiettivi sempre più grandi: credo che in questi due anni sia maturato tantissimo e penso di aver dimostrato sul campo questo". Si conclude con una dedica per la doppietta: "Credo che la dedica vada a me stesso e a chi mi è stato vicino e ha creduto in me nei momenti più difficili che non sono poi così lontani. Questi due gol però li dedico anche un pochino a chi invece ha parlato tanto in passato senza magari sapere molte cose. La mia Top 3? Scegliere tre giocatori in un intero girone credo sia impossibile, alcuni dei giocatori più forti del girone come Martorelli, Mastromattei e Sfanò fortunatamente giocano con me. Se devo dire qualcuno che non conoscevo e che mi ha colpito credo che Scotto e Cuffa per qualità e carisma siano davvero straordinari, mentre vedendolo quotidianamente penso che Davide Lorusso sia davvero un fenomeno".