Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Anagni, il dg Galante: "Ieri male, senza attributi si va giù"

Parole forti da parte del direttore generale biancorosso che, a mente fredda, spiega cosa non è andato e si proietta con determinazione a queste ultime 3 giornate di campionato



Un pareggio ottenuMarco Galante, dg del Città di Anagnito grazie al calcio di rigore di Gragnoli che, al 94', poteva addirittura trasformarsi in vittoria se Capuano avesse realizzato il secondo penalty del match. Il pallone però ha sbattuto sul palo uscendo fuori ma l'onestà che contraddistingue il dg del Città di Anagni Marco Galante lo porta a fare un'analisi lucida e veritiera sulla gara contro la Lupa Roma: "Ieri sicuramente è stata una partita ricca di emozioni, ma per quanto ci riguarda è stata una prestazione negativa da parte della nostra squadra - spiega Galante - La lupa Roma meritava la vittoria, poi il calcio è imprevedibile e come ci accaduto in altri casi a noi in cui meritavamo di più e abbiamo raccolto meno ieri è capitato alla Lupa Roma a cui vanno fatti i complimenti per il gioco espresso". Dal pareggio casalingo di ieri all'analisi della stagione in corso da neopromossa in D: "Noi avendo una squadra giovane - racconta il dg biancorosso - sapevano che avremmo dovuto soffrire fino alla fine ma la partita di ieri è stata deludente sotto tutti gli aspetti, sopratutto quello caratteriale. Le prossime tre giornate saranno decisive ma se dovessimo disputare nuovamente prestazioni come ieri non avremmo nessuna possibilità contro nessuna delle tre avversarie. La responsabilità è in primis della società che io rappresento, ma non nella scelta dei giocatori perchè a livello tecnico è stato fatto un buon lavoro come dimostrano i risultati contro le grandi squadre, ma nella scelta degli uomini che negli anni ci ha sempre premiato. Quest’anno probabilmente abbiamo sbagliato qualcosa perchè la realtà è che negli ultimi 2 mesi non abbiamo vinto una partita e questo purtroppo è un problema caratteriale. Il mister Pecoraro ha dato la giusta serenità che serviva ma sono i giocatori adesso a dover dimostrare di avere i giusti attributi che hanno dimostrato di avere in molte partite. Quindi nel rush finale non può salvarci un singolo giocatore ma deve essere tutta la squadra a tirare fuori gli attributi. Poi se gli altri saranno più bravi, batteremo loro le mani ma vedere l'assenza di mordente e di grinta in queste partite è sinceramente inaccettabile e di questo mi prendo la colpa come mi sono preso i meriti negli anni precedenti". Un fiume in piena a difesa del Città di Anagni per un finale tutto da vivere: "Noi come società daremo sostegno massimo per raggiungere questo obiettivo così difficile e a fine campionato si faranno le giuste analisi. Tengo a precisare in questa sede che se qualsiasi giocatore o qualsiasi componente dello staff tecnico non se la sentisse di affrontare queste 3/4 finali che ci attendono è meglio che si faccia da parte subito perchè servono 20 leoni per raggiungere l'obiettivo". Chiaro, deciso, duro: il dg Marco Galante non ammette altri passi falsi.