Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Aniene, Angelo Schininà punta il Signor Prestito

Il giocatore giallonero presenta la delicata sfida che vedrà i capitolini in campo questa sera



Schininà

Torna la serie A, torna a giocare la Cybertel Aniene dopo la lunga sostadi tre settimane. Domani, per la sesta giornata di campionato, igialloneri faranno visita al Signor Prestito CMB. Fischio d’inizio al PalaSaponara di Salandra alle ore 20.00, diretta su PMGSport Futsal.Con la seduta di allenamento di oggi si conclude la fase di preparazionealla partita di domani,- saranno ben otto le gare nel mese di novembre -ne abbiamo parlato con Angelo “Lillo” Schininà, uno dei nuovi voltidella Cybertel Aniene, uno dei “big” del gruppo: “Avremo un vero e proprio tour de force - indica Schininà - e ci stiamo allenando almeglio per poter affrontare ogni gara al massimo, una dopo l’altra. Cosa non dovrà mancare nel nostro gioco domani? L’intensità che è sicuramenteuna nostra arma, la dovremo mettere sempre in campo, non solo nella gara con il Signor Prestito”.

Un mese di ottobre che ha visto la Cybertel Aniene disputare solamente tre gare ufficiali, tra campionato e Coppa Divisione, e che haconsentito però al gruppo di condurre un lavoro finalizzato a mettere apunto quegli aspetti che nella prima fase della stagione hanno funzionato meno del dovuto, prosegue Schininà: “Come ho già detto ci siamo allenati moltissimo e ad alto livello, abbiamo sfruttato al meglio le settimane di sosta per correggere e aggiustare la mira su determinati concetti che il ‘nuovo’ mister ci chiede. Alcuni compagni hanno inoltre approfittato della sosta per riprendersi nel migliore dei modi da qualche acciacco. Siamo pronti”.

Nome noto nel panorama del futsal nazionale, Schininà ha iniziato a vestire maglie di prestigiosi club sin da giovanissimo, indossando anche quella della Nazionale. Proprio a lui abbiamo chiesto di descrivere il numero otto della Cybertel Aniene: “Schininà è sempre stato un nome che ha creato opinioni contrastanti, - afferma - ho dovuto sempre ‘combattere’ da questo punto di vista ma ciò non ha costituito mai un problema per me. Ho sempre fatto parlare il campo, anno dopo anno, dimostrando il contrario. Ora posso dire che dopo aver giocato per cinque anni consecutivi nella massima serie ed aver militato, poi, per una stagione in serie A2, ne ho un po’ risentito. La fase iniziale nella Cybertel Aniene non è stata delle migliori, so che posso e devo fare molto di più e, come sempre, ci sto mettendo tutto me stesso per riuscirci”.