Notizie
Categorie: C/5 Nazionali - Calcio a 5

Aniene, Kullani si prepara alla sfida con il Sandro Abate

Il giovane pivot giallonero presenta la gara contro la compagine biancoverde



Lorenzo Kullani

Nuovo anno e prima giornata del girone di ritorno: domani per la Cybertel Aniene al via la seconda parte della stagione, il Sandro Abate Avellino, in trasferta, l’avversaria. A presentare la sfida del PalaCercola è Lorenzo Kullani, tra le più giovani promesse del gruppoinsieme a Tiziano Faziani. Classe 2003, talento e qualità, Kullani – convocato anche al primo raduno della Nazionale Under 19 nello scorso settembre – introduce lasfida di domani raccontando, entusiasta, la sua prima esperienza nellamassima serie, la sua esperienza nella Cybertel Aniene: “Sicuramente ad inizio anno, vedendo il ritmo molto alto della categoria, non mi aspettavo di avere minutaggio tra i ‘grandi’ ma con impegno e dedizione durante gli allenamenti sono riuscito a trovare spazio partita dopo partita. Questa esperienza sta influendo notevolmente sulla mia crescita ed avere la possibilità di giocare insieme a giocatori con tanti anni di esperienza alle spalle mi aiuta molto. Dall’inizio della stagione ad oggi credo di essere cresciuto molto dal punto di vista tattico, ma ho ancora migliaia di cose da imparare. Ogni giorno cerco di apprendere dai miei compagni di squadra che mi aiutano molto in ogni momento, in allenamento e in partita”.

La squadra di Micheli – che dovrà fare a meno sia di capitan Taloni che del vice Sanna, entrambi squalificati – è alla ricerca di punti utili per muovere la classifica ed il numero nove giallonero focalizza l’attenzione sul match e sul valore dell’avversario: “Domani incontreremo una squadra forte ed organizzata, ma credo molto in noi. Sarà la prima partita del nuovo anno e sarà fondamentale per il nostro cammino. Stiamo preparando la partita al meglio con la guida del mister allenandoci duramente ogni giorno e cercando di curare i particolari. Mi aspetto una partita molto dura contro una formazione con grandi individualità e noi, come sempre, andremo a giocarcela con tutte le nostre forze. Sarà poi il campo, chiaramente, a dare il verdetto finale”.