Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Ausonia e la vetta, Amato: "Calcio spettacolo per il pubblico"

Mini-fuga e primato in solitaria per i ciociari dopo il big match con il Casal Barriera. L'allenatore evidenzia il lavoro della squadra dal 29 luglio a oggi



13a Giornata
3 - 0

Insieme Ausonia, Salvatore "Sasà" Amato ©GazReg

Estetica supersonica, un tappeto sonoro di grandi pezzi musicali a caricare la fase di riscaldamento, del calibro di Back to Black e Thunderstruck degli ACDC e Numb dei Linkin Park. More than a Team, gli All Blacks della Nuova Zelanda. Més que un club, il Barcellona. Insieme si può, Ausonia. In uno stadio simil bombonera sudamericana i ciociari hanno stravinto il big match del Madonna del Piano contro il Casal Barriera e nel valzer dell'Eccellenza continua a ballare in punta di piedi la squadra di Sasà Amato: "Il gruppo c'è sempre stato, dovevamo crescere come squadra. Come ragazzi e come uomini c'eravamo. Purtroppo quando si inizia un nuovo percorso è normale che sia necessario un po' di tempo. Abbiamo fatto dei correttivi in corsa, conoscendo meglio i giocatori puoi andare a sfruttare tutte le loro caratteristiche, anche se purtroppo devo chiedere a qualcuno di fare i supplementari perché stanno pedalando dal 29 luglio e per arrivare a dicembre ce n'è voluto". Il passing-game dell’Ausonia è ad alto voltaggio, uno specchio prismatico tra Giustini, Ranieri, Rossini e Zonfrilli, essenziale in costruzione, che sembra calcio imparato a memoria, da orologeria svizzera. L’1-0 di Benedetto Di Vito è lo schizzo finale della pennellata d’artista di Rossini da corner e il 2-0 di Palumbo sgorga da uno dei tanti cambi di fascia immediati cercati con insistenza, il tris il copyright del grande autore Monaco Di Monaco: "Il calcio-spettacolo è sempre stata la nostra idea di calcio, già dall'inizio, ma la mettevamo in pratica a sprazzi. Adesso stiamo trovando una certa continuità. Dobbiamo stare sempre sul pezzo, concentrati, lavoro in settimana per arrivare alla domenica in queste condizioni. Lo ripeto ancora una volta: ho un gruppo di ragazzi eccezionali, è merito loro se l'Insieme Ausonia è arrivata a questo punto. È ancora lunga, siamo là e ci godiamo il primato, ma non dobbiamo abbassare la guardia per non avere disavventure, capitate nelle partite precedenti. Quando giochi e la squadra entusiasma il pubblico, se ci siamo riusciti anche ad Ausonia vuol dire che stiamo facendo un ottimo lavoro".