Notizie
Categorie: Altri sport

B- Esplode la festa giallorossa: Roma promossa in A2!

Con un match perfetto, ribaltando l'iniziale 2-0, i capitolini di Budani conquistano la vittoria ed il salto di categoria



La partita dei sogni, non quella perfetta da 3-0 annichilendo l’avversario, ma quella che ti viene solo in mente di notte, tra le braccia di Morfeo. Poi apri gli occhi ed è tutto vero, è proprio andata così, sotto 2-0 la Roma Volley ha capovolto la partita e vinto per 3-2 (22-25, 22-25, 25-19, 25-21, 15-9). E' stata la notte delle stelle, una notte bellissima che rimarrà impressa a tutti per sempre.

L'esultanza per la promozione in A2 della Roma ©Maddaluno


E' stata una gara dai tanti volti perchè questa squadra è partita molto male fino alla metà del terzo, poi è uscita alla grande con merito, carica, determinazione. Una partita che ha vissuto due facce, la prima brutta in cui la Roma Volley non è riuscita a esprimere il proprio potenziale e una seconda in cui è venuta fuori la squadra, il gruppo, la consapevolezza e la compattezza. La Roma Volley in questa seconda si è ritrovata e ha capovolto la situazione. Una partenza contratta nel primo set, dove i giallorossi hanno sbagliato tantissimo in battuta e contrattacco, anche nel secondo i ferraresi hanno spinto al servizio e in attacco. La squadra di casa ha di nuovo iniziato in salita, poi ha provato a rientrare, ma ancora una volta non ha avuto la forza, mentre la Sa.Ma. ha giocato con il coltello tra i denti, più incisiva. Nel terzo la reazione di nervi dei giallorossi che hanno spinto a tutta birra, poi man mano hanno preso coraggio e anche consapevolezza, Bacci e compagni si sono rimessi in carreggiata. Da metà parziale hanno ripreso la giusta marcia, scrollandosi di dosso la tensione. La Sa.Ma. ha iniziato a calare, mentre la Roma, guidata da Bacca e Tozzi, è stata più lucida nelle azioni. Poi una volta accorciate le distanze nel quarto c'è stata la svolta, grande carattere e consapevolezza. Una lotta punto su punto, perchè sotto 14-11 prima e 20-18 poi, i giallorossi hanno rimontato e alla fine conquistato la parità. Nel quinto Portomaggiore aveva dato tutto, mentre la Roma Volley è venuta fuori di squadra. Ha giocato come sa con grande determinazione, ritrovando la propria anima e il proprio gioco con Borracino che ha chiuso tutto a muro, Tozzi, Bacca e Rossi a metter la palla a terra. Così il set è volato via fino al 15-9 finale con l'attacco di Nunzio Tozzi, superalativo in attacco (30 punti finali). Poi è partita la festa.


Barani: “E’ la vittoria della città di Roma, la serie A per i romani” La Roma Volley è in serie A. Ecco tutte le dichiarazioni dei protagonisti. A partire dal tifoso numero uno, il Presidente Antonello Barani. “È stata la partita dei sogni, quella che io speravo, anche quando eravamo sotto 2-0 perché io conosco questi ragazzi e sapevo che sarebbero venuti fuori, ho detto loro di usare la testa, il cuore e il coraggio. Abbiamo vinto contro una grande squadra, ringrazio i ragazzi e la gente.

Esultanza della Roma durante il match


Questa è una serie A per tutti, per Roma, per il progetto della città. È la vittoria di Roma, la Roma Volley è solo un mezzo per riportare la serie A in questa città, tutti insieme possiamo andare lontano”. Il pensiero del tecnico Mauro Budani. “Avevo detto all’inizio dei playoff che avrei firmato per due 3-2, ma così è stato troppo. Una grane sofferenza. I ragazzi sono stati incredibili, stavolta più che mai abbiamo vinto di squadra, c’è stato un contributo da parte di tutti. È la vittoria dei sogni, è stata davvero difficile, ci siamo risollevati con grande carattere”. Il libero Giacomo Titta. “Da quando ho iniziato a giocare a pallavolo sognavo questo giorno, sono davvero molto soddisfatto. Ci siamo dimostrati una squadra unita, immaginavamo che loro sarebbero venuti a Roma carichi, non mi aspettavamo invece la nostra partenza contratta. Vincere così è stato ancora più bello”. Il bomber Nunzio Tozzi, autore di 30 punti. “Avevamo l’obbligo di vincere, non potevamo perdere davanti la nostra gente, nel nostro palazzetto, ancora non realizzo. Quest’anno a rotazione c’è stato sempre un compagno che ha tirato la carretta. Nei playoff l’importante era vincere, non chi giocasse bene”. Il centrale Federico Antonucci: “Non era facile vincere. Portomaggiore all’andata non ha giocato al 100%. Sapevamo che la partita sarebbe stata diversa, sono partiti forte, poi con la carica del pubblico e la nostra tutto è cambiato, siamo dei combattenti, non molliamo mai. Abbiamo sempre giocato, sapevamo che arrivati al quinto set il tie-break sarebbe stato nostro. Avevamo più fame”. Vieri Mestriner. “Ne siamo usciti alla grande con tutto il gruppo, anche i ragazzi della serie C. È stata una stagione d’oro. Ne siamo usciti nella miglior maniera, abbiamo dato tutti 130%. Credevo in questa realtà”. Il martello Lorenzo Rossi. “Una grandissima gioia, non era facile dopo i primi due set, ma siamo stati bravi. Abbiamo cambiato testa e anche atteggiamento, con la spinta del pubblico ce l’abbiamo fatta”. Una delle colonne, il centrale Fabio Pregnolato. “Io gioco in questa società da molti anni, è un’emozione immensa. È una vittoria di squadra e di gruppo, abbiamo studiato tanto Portomaggiore e siamo stati bravi”. Il capitano e alzatore Joel Bacci. “Ho giocato per molti anni in serie A, mi mancava portare la mia città a grandi livelli, ci sono e ci siamo riusciti. Perché questa è la vittoria di tutti, siamo stati bravissimi, una grande gioia. Dal terzo set in poi abbiamo giocato una grandissima partita”.