Notizie
Categorie: Altri sport

B2 - Ladispoli, ko con Siena. Ma la strada è giusta

Le ragazze tirreniche hanno perso contro la capolista del girone, anche se hanno mostrato delle interessanti qualità



I tecnici del Ladispoli

La gara di sabato scorso ha visto impegnato il Ladispoli , in trasferta, contro la capolista Convergenze Cus Siena. Nonostante il risultato sia stato netto in favore delle agguerrite padrone di casa, aggiungiamo che qualche nota positiva si è potuta cogliere anche per le tirreniche. Quella di sabato è stata la prima di tre gare tutte molto impegnative che i tecnici Grechi e Siminetti hanno intenzione di utilizzare per iniziare a dare spazio anche ad alcune delle loro giovani promesse. La loro crescita infatti ha bisogno di momenti di verifica della loro tenuta in vista di possibili mutamenti del sestetto base nelle prossime gare.La Massimi Eco Soluzioni ha iniziato la gara con M.Madonna in palleggio e M.Sokic  opposto, M.Kranner ed A.Grossi a banda, G.Madonna e F.Macci centrali, V.Righi libero. A disposizione : Emanuela Esposito, Livia Gomes, V.Lo Re, M.Di Stefano e F.Sabbini.  La cronaca : partenza sprint del Ladispoli che è sembrato trovarsi subito a suo agio con il nuovo assetto tattico. Le bordate di Kranner e Grossi hanno inizialmente portano in vantaggio il Ladispoli (2-5), poi il lento recupero delle avversarie fino al perfetto equilibrio sul 16 pari. Il primo set però svaniva (25-20) con due disattenzioni nel momento cruciale. Da dimenticare il secondo set, giocato in modo contratto e con la paura di sbagliare. Per ristabilire un po’ d’ordine, il tecnico Pietro Grechi iniziava il terzo set sostituendo Macci con Sabbini e Sokic con Esposito. La gara ritrovava il giusto equilibrio in campo ed un Ladispoli caparbio impegnava il Cus  Siena fin sul parziale di (21-19). Purtroppo anche questa volta  due ricezioni sbagliate velocizzavano la chiusura di un set sino a quel momento equilibratissimo.A fine gara il 3 a 0 non rabbuiava gli animi delle ragazze di Ladispoli; la trasferta ovviamente non poteva essere quella propizia per aggiungere punti alla classifica; note positive sono arrivate dalla buona prestazione di A.Grossi e dalla buona tenuta delle giovani Sokic e Macci.