Notizie
Categorie: Giovanili - UNDER 16 DIL.

Borghesiana, la coppa è tua! Totti battuta ai rigori

La formazione di mister De Mattei vince il campionato grazie ai tiri dal dischetto, necessari dopo l'1-1 al triplice fischio



La Borghesiana alza la coppa

FINALE UNDER 16 PROVINCIALI

BORGHESIANA - TOTTI SOCCER SCHOOL  6-5     d.c.r.

BORGHESIANA De Carli 9, Meloni 6.5, Pellegrini 6, Pusca 7, Emili 7.5,  Risica 6.5, Minati 6 (30’st Trecca 6), Pieri 6 (15’st Apicella 7), Boldijar 6.5, Spagnolo 6.5, Sovrano 6 (43’st Tassone sv) PANCHINA Paglia, Ionica ALLENATORE De Matteis

TOTTI SOCCER SCHOOL Loru 6, Malaescu 7, Zappia 6, Scannavini 6.5, Casnici 6, Giovannini 6.5, Ventroni 6 (10’st Carasso 6), Cecchini 6.5, Viti 6 (35’st D’Amico 6.5), Zani 6 (20’st Ganci 6.5), Festuccia 6 (30’st Giuseppucci 6.5) PANCHINA Dumitrescu, Leonardo, Roselli, Perilli ALLENATORE Beca

MARCATORI Pusca 16’pt (B), Malaescu 39’pt (T)

ARBITRO Fumi di Ciampino, 7

NOTE Sequenza rigori Cecchini goal (T), Pusca goal (B), D’Amico goal (T), Risica goal (B), Zappia parata (T), Boldijar goal (B), Ganci goal (T), Meloni goal (B), Casini goal (T), Apicella goal (B)

Angoli 4-3 Rec. 2’pt - 5’st


Quella parata, l’ennesima di una partita sontuosa, di De Carli, l’entusiasmo crescente e poi Apicella, entrato al 15’ della ripresa, che tira dal dischetto e il suo pallone, come una strana arma finale, tremenda per gli avversari, ma dolcissima per i suoi compagni, va a infilarsi alle spalle di Loru per la quinta volta, la più bella: quella che fa esplodere la festa e la corsa della Borghesiana sotto gli spalti, a prendersi tutto il calore e il grande abbraccio del proprio pubblico. Dopo i tiri dal dischetto è la Borghesiana a vincere la finalissima del campionato Under 16 Provinciale, sconfiggendo per 6-5 la Totti Soccer School al termine di una gara equilibrata, terminata 1-1 nel secondo tempo, che ha visto le due formazioni spartirsi più o meno equamente le due frazioni di gioco. Nel primo tempo parte da subito bene la Borghesiana. Dotata di ottime individualità, la squadra di De Matteis spinge bene (bravo davanti in particolare Boldijar in avvio), e dopo essersi resa pericolosa in diverse circostanze soprattutto in situazioni da fermo, guadagna il pallino del gioco. Fatica però a restare compatta, offrendo alla Totti Soccer school notevole spazio e tempo per impostare e ragionare. La compagine giallorossa (che francobolla, togliendo aria agli avversari, il playmaker Risica, inducendo spesso gli avversari a giocare lungo) è sempre pericolosa in ripartenza (dove può contare su gambe e fiato importanti, come quelle di Ventroni) e si porta più spesso della controparte alla conclusione in porta. In gara, al 12’ la Borghesiana si fa vedere con Spagnolo, bravissimo a sconfiggere in duello Zappia e a servire in mezzo Boldijar che tira: palla in angolo. Due minuti dopo la Totti spaventa, con la conclusione di Zani che viene ben deviata, anche questa, sul fondo da parte stavolta di De Carli. Al 16’ si rompe l’equilibrio, meritatamente in favore della Borghesiana. È nuovamente una palla inattiva a veder pericolosi i ragazzi di De Matteis: su calcio di punizione dalla destra, infatti, batti e ribatti in area, dunque è capitan Pusca a risolvere il tutto gonfiando la rete dell’1-0. La Totti Soccer School però resta viva e concentrata e, come accennato, trova grandi spazi di fronte a sé. Magistrale spesso, però, la difesa della Borghesiana neutralizza le minacce (maestoso e imperioso, in particolare, Emili) ma, rispetto alla prima parte di gara, c’è una sensazione di precarietà nell’aria. Al 39’ poi, ecco che la Totti Soccer School trova la via del pari: Malaescu entra in area, Emili lo disturba, ma il numero due di casa Longarina riesce a tirare sul secondo palo, colpendo l’interno del legno che rotolare la sfera alle spalle di De Carli, per l’1-1 su cui si chiude il primo tempo. Nella ripresa la Totti Soccer School mette il turbo e macinar più gioco, anche grazie all’ingresso in campo di un centrocampista in più, Carasso, che entra al posto di Ventroni  (Zani si sposta a operare maggiormente alle spalle di Cecchini e Viti). Nel momento di maggior sofferenza sinora per la Borghesiana, sale in cattedra De Carli a compiere due miracoli, prima sul colpo di testa a botta sicura di Cecchini, poi al 13’, quando di piede devia a tu per tu la conclusione di Viti. La Borghesiana non riesce più a venirne fuori e al 26’ è sempre De Carli a tenere in partita i compagni, parando ancora una volta una conclusione a tu per tu, scoccata da Cecchini, bravo a scardinare la difesa rossoverde per poi portarsi al tiro. La squadra di De Matteis si rende pericolosa in una situazione su calcio d’angolo, ma non c’è più la verve del primo tempo. La Totti al contrario guadagna terreno ma non riesce ad avere la meglio: confermato al termine del secondo tempo l’1-1, il che significa che saranno i tiri di rigore a risolvere la finalissima. Dei dieci eroi coraggiosi presentatisi sul dischetto in nove vanno a segno. Sulla conclusione di Zappia (bravo comunque in campo) c’è uno strepito De Carli a dir di no. Alla fine, come detto, Apicella la butta dentro e laurea la Borghesiana come vincitrice del campionato.