Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Cioli Ariccia: "Le scelte arbitrali protagoniste in negativo"

La dura presa di posizione della società amarantoceleste dopo la sconfitta nel big match contro la Virtus Aniene 3Z



Un momento della gara

Può un episodio, una scelta, segnare per sempre una partita? La risposta è affermativa. La Cioli Ariccia Valmontone recupera lo svantaggio e va negli spogliatoi alla fine del primo tempo sull'1-1; poi, ad inizio ripresa, il direttore di gara annulla una rete messa a segno da Arco con la spalla sinistra e la partita prende tutt'altra piega. E' accaduto al PalaToLive nella partita che ha visto la formazione castellana opporsi alla squadra di casa, il Virtus Aniene 3Z.


La partita La formazione ospite parte molto forte e va al tiro in due occasioni nel primo minuto di gioco, entrambe le volte con Bacaro. Al 2' Cioli Ariccia Valmontone ancora vicina alla rete del vantaggio con Arco che "spizza" di tacco un suggerimento di Osni Garcia, De Filippis ci arriva. A 3'30'', contropiede della formazione di Rosinha con Osni Garcia che serve Bacaro; il capitano della Cioli calcia sulla traversa. Tre minuti dopo, altro legno colpito dagli amarantocelesti, con Roberto Cioli che scheggia la parte alta della traversa. La palla sembra non voler entrare. A 10'27'' punizione fischiata a favore dell'Aniene: Sanna va alla battuta calciando sul secondo palo e portando la formazione di casa in vantaggio (1-0). Dopo 30'' la Cioli ha la possibilità di portarsi subito in partita ma Bacaro calcia di poco a lato un tiro libero concesso per il sesto fallo commesso dall'Aniene. All'11' Velazquez serve Curcio in area, il giocatore calcia ma De Filippis respinge.  90'' dopo, Osni Garcia serve da fallo laterale Velazquez che calcia, stavolta è il palo a dire no agli ospiti. Dopo due ottime respinte di Vailati su Taloni e Beto, arriva il tanto agognato pareggio: Osni Garcia serve su banda sinistra Bacaro che fredda De Filippis (1-1) al 17'19''. La Cioli Ariccia Valmontone preme sull'acceleratore ma non riesce a portarsi in vantaggio, al 18' è ancora il palo a negare la gioia del goal, stavolta a Bacaro. In chiusura di frazione, arriva il primo legno per il Virtus Aniene, centrato da Milani smarcato da un passaggio di Medici. Ad inizio della ripresa l'episodio chiave della gara: Osni Garcia riceve palla sulla destra e serve sul secondo palo Arco che di spalla insacca sul secondo palo. Il direttore di gara annulla la rete ravvisando un fallo di mano del giocatore. A 3'14'' la beffa con Sanna che calcia in porta trovando la deviazione sfortunata di Osni Garcia che spiazza Vailati: 2-1 per il Virtus Aniene. Prova a reagire la formazione di Rosinha con Osni Garcia che servito da Velazquez calcia centralmente, De Filippis respinge. A 7'44'' i padroni di casa vanno nuovamente a segno con Medici che scavalca il portiere in uscita e segna la rete del 3-1. Dopo 10'' Curcio dalla distanza scalda le mani di De Filippis. Negli ultimi 6' di gara la Cioli Ariccia Valmontone schiera il portiere di movimento costringendo il Virtus Aniene nella propria metà campo fino al termine della gara. A 19'' dalla fine, con la porta della Cioli sguarnita, Milani calcia direttamente a rete dalla propria metà campo, mettendo a segno il goal de definitivo 4-1, salvo poi essere espulso in seguito all'esultanza che gli ha visto rivolgere verso la tribuna una maglia con la foto di Gabriele Sandri.

Al termine della gara, le parole della dirigenza della Cioli Ariccia Valmontone, amareggiata non per il risultato ma per gli episodi dai quali è scaturito: "Ci aspettiamo una presa di posizione dagli organi competenti; dopo svariate discutibili decisioni nel primo tempo, nella ripresa è arrivato il top, con la rete messa a segno da Arco con la spalla sinistra ingiustamente annullata per un presunto fallo di mano. Ci auguriamo di non assistere mai più ad un arbitraggio tanto approssimativo. Ci auguriamo di avere in campo i migliori arbitri nella gara di venerdì, contro la Mirafin".