Notizie
Categorie: Cultura ed Eventi

Coronavirus, altro giro di vite: sport da soli e vicino casa

Il premier conte ha firmato una nuova ordinanza per combattere la diffusione del Covid-19



Da sinistra Angelo Borrelli, il ministro Roberto Speranza ed il premier Giuseppe Conte

Si è parlato molto in questi giorni dell'eccessivo numero di persone che si sono riversate sulle strade per eseguire jogging. Un problema che ha costretto il governo a prendere ulteriori provvedimenti per continuare la lotta al Covid-19. Il ministro della salute Roberto Speranza ha quindi firmato una nuova ordinanza per dare un ulteriore giro di vite a quanto già previsto dal dcpm in vigore. Questi i tempi principali:


- Chiusura di tutti i parchi, ville, aree di gioco e giardini pubblici;

- Il divieto di svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto. Resta la possibilità di svolgere attività motoria, ma da soli e nelle vicinanze di casa, mantenendo sempre la distanza di almeno un metro rispetto alle altre persone; 

- Chiusi tutti gli esercizi di somministrazioni di alimenti e bevande situati nelle stazioni ferroviarie o lacustri e nelle stazioni di servizio, ad esclusione di quelle autostradali, ma i prodotti devono essere consumeti all'esterno. Restano invece aperti gli esercizi all'interno di ospedali e aeroporti, ma sempre garantendo la distanza di sicurezza;

- Nei giorni festivi e prefestivi ed in quelli immediatamente prima è vietato spostarsi in abitazioni diverse da quelle principali, comprese le seconde case;


Tale ordinanza entrerà il vigor dal 21 marzo e durerà fino al 25 marzo, giorno in cui si chiuderà il dcpm in vigore. Il tutto naturalmente salvo ulteriori prolungamenti del blocco.