Notizie
Categorie: Giovanili - UNDER 15 DIL.

Crespi e Iattarelli: il Lazio vola ai quarti, Piemonte ko

La selezione dei classe 2004 conquista il suo secondo successo e vince il proprio girone



PIEMONTE - LAZIO 1-2


PIEMONTE Bellucci, Arduino, Chiaira (1’st Masella), D'Elia (6’st Cedoloni), Guarnieri (1’st Sottil), Iosif, Macanthony, Peretti, Romano, Sapone, Vander Elst (20’st Marras) PANCHINA Beltrami, Pipicella, Sottil, Fiano ALLENATORE Tonino

LAZIO Della Sala, Cecconi, Costanzelli (32’st Simeone) Crespi, Delli Colli, Falcone, Gagliardi (33’st Gagliardi), Iattarelli (9’st Tomaselli), Passa, Ruggeri, Serafini PANCHINA Pace, Bernoldi, Capotosto, Croci, Dall'Aglio, Ruggieri ALLENATORE Pesci

MARCATORI Crespi 24’pt (L), Lattarelli 5’st (L), Vander Elst 7’st (P)

ARBITRO Falasconi di Aprilia

NOTE Rigore parato da Della Sala al 26’st (L) Espulsi al 37’st Iosif (P) Ammoniti Macanthony, Simeone, Cedoloni Fuorigioco 1-0 Rec 1’pt, 5’st



Il Lazio vola ai quarti di finale (GazReg)

Il Lazio centra la qualificazione ai quarti di finale classificandosi come prima del girone grazie a due vittorie. La seconda è arrivata a Lariano contro il Piemonte grazie ai gol di Crespi e Iattarelli, oltre ad un grandissimo Della Sala. Sicuramente più Lazio che Piemonte nella prima parte di gara con la selezione di Pesci che riesce ad andare più volte alla conclusione, anche se con relativa pericolosità. Iattarelli è il primo a provarci, poi tocca a Romano per il Piemonte con Della Casa che blocca senza problemi. Pericolosa l'azione piemontese al 7’ con il Lazio un po' scoperto. Percussione centrale di D'Elia che ha due opzioni per giocare sugli esterni e sceglie Chiaira a sinistra. Il numero 4 entra in area e prova un diagonale che viene parato dal portiere del Lazio.Con il passare dei minuti il Lazio prende progressivamente campo, Gagliardi e Crespi iniziano a prendere le misure con l'area di rigore provandoci con un tiro dalla distanza ed una conclusione in girata con controllo spalle alla porta che vengono, nell'ordine, parata Bellucci e vista scorrere sul fondo di un soffio. Tanta pressione porta al logico vantaggio laziale. Gran bella azione quella degli arancioni con Ruggeri che dá il via, palla sulla sinistra e poi ottimamente servita in area per Iattarelli che controlla e serve Crespi a centro area. Il bomber del Savio controlla spalle alla porta e si gira, tiro non irresistibile, Bellucci non trattiene ed è 1-0 Lazio. La selezione del Lazio chiude quindi avanti il primo tempo. Ad inizio ripresa Tonino mette dentro tre nuovi giocatori, mentre sarà costretto a togliere Sapone per infortunio più avanti, poi al 5’ il Lazio raddoppia. Punizione dalla trequarti sinistra di Gagliardi e stacco perentorio di Iattarelli che colpisce con la testa verso l’angolino destro. Bellucci ci arriva e con l'aiuto del palo si salva, allora il centrocampista del Campus Eur interviene di nuovo e con rabbia la spinge oltre la linea per il 2-0. Il Lazio esulta, ma poco dopo deve incassare il gol dell'1-2. Punizione dalla traiettoria stranissima quella di Vander Elst che si insacca all'angolo basso a destra della porta difesa da Della Sala. Il portiere capitolino è poi decisivo intorno al 60’. Prima tocca e manda sulla traversa un destro velenoso di Sottil poi l'azione che si sviluppa, Pitoni conquista un rigore. Dal dischetto va Marras, ma Della Sala intercetta e blinda la vittoria. Un successo davvero meritato per quanto visto in campo, con il Lazio bravi nel saper leggere tra le righe della sfida a differenza di un Piemonte che chiude anche con troppo nervosismo il suo TdR.