Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Eretum Monterotondo, Ferrari: "Adesso viene il bello"

Parola al centrocampista dei gialloblù che analizza la stagione fin qui disputata e si proietta al futuro



Ferrari e il ds Alessandri

Undici punti nelle ultime cinque gare disputate sono il biglietto da visita con cui si presenterà al Vittorio Tamagnini, tra meno di 48 ore, l’Eretum Monterotondo di Attilio Gregori. Nell’ultimo turno di campionato, gli eretini hanno battuto 2 a 1 al Fausto Cecconi la Virtus Nettuno grazie alle reti di Palmerini e Mastrantonio. Uno dei protagonisti del sensazionale avvio di stagione vissuti da parte dell'Eretum è senza dubbio Fabio Ferrari: importante calciatore tesserato in estate dal club gialloblu. Centrocampista classe 1994, Ferrari, prima di approdare nell’ultimo biennio in Eccellenza, ha giocato in Lega Pro con Bellaria Igea Marina, Lupa Roma e Lupa Castelli Romani ed in D con l’Anzio. “Siamo una buona squadra - narra Ferrari - il nostro cammino sin qui è stato positivo: non abbiamo particolari pretese se non quella di prepararci nel migliore dei modi durante la settimana, per poi giocarcela alla pari con tutti la Domenica”. Il momento che sta attraversando l'Eretum è propizio per un’ulteriore assalto alle zone altissime della graduatoria. “Attualmente il quarto posto ci grafica molto - prosegue il calciatore romano - ora però viene la parte più difficile e allo stesso affascinante della stagione: le gerarchie vanno delineandosi ed al mercato di riparazione manca poco: di solito da Dicembre comincia sempre un’altro campionato in questa categoria”. La trasferta di Civitavecchia è alle porte poi, i ragazzi di Gregori saranno di nuovo ospiti, in casa dell’Ottavia. “Due match - analizza Ferrari - da vivere con la massima concentrazione. A Civitavecchia sarà dura perché i nero azzurri hanno calciatori di primo livello che possono cambiare le sorti di un incontro da un momento all’altro. I tirrenici hanno allestito una squadra di alto livello: del resto con un direttore sportivo come Sandro Fabietti ciò era abbastanza scontato. Al Tamagnini dovremmo essere perfetti nelle seconde palle poiché il campo non ha grandi dimensioni e la Vecchia, è abituata, naturalmente, ad esprimersi nel proprio terreno di gioco”. Civitavecchia - Eretum può considerarsi dunque un big -match di altissimo livello: una gara, insomma, per palati fini. “La classifica - conclude il classe 1994 - dice questo, è un campionato dove comunque sono tante le squadre ben attrezzate; Tivoli, Unipomezia, Real Monterotondo Scalo, Civitavecchia, Vigor Perconti, Montespaccato, Anzio e va detto anche noi. Gli ingredienti per assistere ad un'annata combattuta sussistono tutti poi nel calcio tante componenti determinano i risultati: di sicuro noi siamo sul pezzo pronti insomma a duellare sempre senza alcun timore reverenziale''.