Notizie
Categorie: Giovanili - UNDER 17 DIL.

Final Six... ai raggi X: Romulea, i tre nomi su cui puntare

Nell'ultimo appuntamento con il nostro speciale, vediamo il trio che potrebbe fare la differenza nella corsa Scudetto



Abbiamo dato uno sguardo generale alla Romulea, abbiamo visto le avversarie che la compagine di Belardo potrebbe trovarsi sulla sua strada in questa Final Six. Oggi, nel terzo ed ultimo appuntamento dello spaciale "Final Six ai raggi X", ci siamo divertiti ad indicare tre giocatori amaranto oro che potrebbero fare la differenza nella lotta allo Scudetto.


Flavio Giannini ©Lori

"L'Acchiappasogni" Flavio Giannini

L’estremo difensore della Romulea ha cominciato, a inizio anno, un vero e proprio percorso di crescita. Da secondo di Zomparelli è passato a titolare inamovibile, dimostrando di avere tutte le carte in regola per difendere la porta dei campioni regionali. Bravo tra i pali, abile con i piedi, il portierone di Belardo è senza dubbio una piacevole sorpresa di questa stagione amaranto oro. Non dimentichiamoci, poi, che Flavio Giannini è un classe 2000. Per affermarsi in un gruppo così forte da sotto età serve tanto carattere, a conferma che l’estremo difensore di via Farsalo ha tutte le doti necessarie per trascinare questa squadra nella Final Six. E in partite dove è fondamentale ridurre gli errori al minimo, tra i pali servirà il miglior Giannini.


Valerio Mastrantonio ©Lori

"La Fantasia" Valerio Mastrantonio

Durante la stagione abbiamo parlato tanto di Valerio Mastrantonio. La prima volta, vedendolo in campo, il primo commento è stato: “Che cosa ci fa questo giocatore negli Allievi Elite?”. E’ un pensiero automatico quando si muove in mezzo al campo. Il regista della Romulea è davvero la pedina fondamentale della squadra di Roberto Belardo. Un giocatore dalla quale questa squadra non può prescindere: mette ordine, guida il centrocampo con assoluta tranquillità ed è molto bravo soprattutto nella giocata in verticale. Estremamente intelligente, Mastrantonio è abile nel capire quando addormentare il gioco e quando, invece, velocizzarlo. Giovedì, contro il Poggio degli Ulivi, il suo talento dovrà uscir fuori. E ciò avverrà, ne siamo certi.


Valerio Tucci ©De Cesaris

"L'uomo in più" Valerio Tucci

Contro la Samb abbiamo visto il miglior Tucci dell’anno. A dir la verità, non siamo rimasti sorpresi. L’attaccante ha disputato una stagione su buoni livelli tuttavia, la sensazione generale, è che non abbia mai veramente mostrato tutto il suo potenziale. Nel match con i rossoblu, invece, ecco il Tucci che ci aspettavamo. Altruista, ma soprattutto letale. Due gol e altrettanti assist che hanno trascinato la formazione di via Farsalo alla Final Six. Fisicamente sta bene, si vede, ma sarà l’aspetto mentale a far la differenza giovedì all’esordio contro il Poggio degli Ulivi. Belardo lo schiererà al centro dell’attacco e Tucci ha tutta l’intenzione di prendere per mano la squadra e accompagnarla verso il sogno Scudetto. Si può!