Notizie
Categorie: UNDER 15 DIL. - Giovanili

Fiumicino, Sbarigia: "Mi porto dentro l'affetto dei miei"

Il tecnico di 2005 aeroportuali dice la sua sul periodo, sulla stagione e sui suoi ragazzi: questa è stata un'annata un po' sfortunata sotto diversi aspetti



Valerio Sbarigia

Una stagione difficile per i ragazzi del Fiumicino quest'anno: impegnati nella lotta salvezza, stavano cercando di trovare maggior continuità nei risultati con il lavoro e l'impegno, poco prima che arrivasse lo stop delle attività causato all'emergenza Coronavirus. Ne abbiamo parlato con il tecnico, mister Valerio Sbarigia. "È un periodo molto difficile questo, sono stato da subito più che d'accordo nel fermare l'attività sportiva e, anzi, vorrei cogliere l'occasione per esprimere tutta la mia vicinanza alle persone impegnate in prima linea in questa battaglia e a tutte quelle che hanno perso i loro cari. Per quanto mi riguarda sto passando questo periodo con la mia famiglia: le giornate sono lunghe e noiose, cerchiamo però di viverle nel modo migliore possibile, sperando che questo periodo finisca il prima possibile. Sto riscoprendo il valore dello stare in famiglia e di tutte le altre cose che, nella vita quotidiana, uno non sempre riesce a dare la giusta attenzione e tempo. Sono certo che questo brutto periodo servirà a tutti per apprezzare ancor di più la libertà che un giorno riacquisteremo. I ragazzi della squadra? Che dire, mi mancano molto. Ci sentiamo sempre, scherziamo, stiamo un po' insieme seppur a distanza... non è la stessa cosa ovviamente, ma dobbiamo accontentarci. A loro dico che non vedo l'ora di rivederli, quando tutto sarà in sicurezza". Sulla stagione: "È stata molto difficile, abbiamo avuto tanti problemi sia per nostri demeriti che per un sacco di infortuni, purtroppo. Ultimamente avevamo recuperato la rosa al completo e le cose stavano migliorando, sia sotto il profilo dei risultati che delle prestazioni: ero certo che avremmo fatto un grande finale di stagione, se non si fosse fermato tutto". Chiediamo a mister Sbarigia un bel ricordo di questa annata. "I messaggi e l'affetto dei miei ragazzi nel momento in cui, a inizio anno per motivi personali sono stato costretto a lasciare l'incarico, e la loro felicità quando ho avuto la possibilità di tornare alla guida del gruppo. Quell'emozione lì me la porto dentro di me, in attesa di tempi migliori".