Notizie
Categorie: SERIE C - Nazionali

Frosinone: la partita perfetta. Bologna, Inzaghi è ai saluti

L'espulsione di Mattiello apre la strada ai leoni: 0-4 ai felsinei firmato Ghiglione, Ciano (doppietta) e Pinamonti. Il Dall'Ara si infuria: SuperPippo è ormai ad un passo dall'addio. Al suo posto Mihajolivic in pole



Marco Baroni

Quando si parla di partita perfetta. Quattordici minuti di lotta e poi il vuoto. O il pieno. Dipende dai punti di vista come sempre. Chi di 0-4 ferisce, di 0-4 perisce? Forse. Il Frosinone di Baroni dopo la pesante sconfitta interna contro l'Atalanta si riprende. E lo fa con lo stesso punto punteggio e nel momento più giusto: ovvero nello scontro salvezza contro il Bologna. E dire che i felsinei erano anche partiti bene: un paio di conclusioni di Orsolini e Palacio e poi il disastro. Mattiello interviene in maniera dura sulla caviglia di Cassata e rimedia il rosso diretto. Inzaghi si guarda intorno: la soluzione è in campo a suo avviso. Poli viene arretrato sulla linea dei difensori e le acque si spalacano. Sulla fascia destra, quella di competenza dell'ex Samp, Beghetto scende che è un piacere e infatti i due cross per i gol di Ghiglione e Ciano arrivano proprio da lì. 0-2 e tutti negli spogliatoi. La ripresa non cambia la musica, anzi. C'è ancora il tempo per la doppietta di Ciano e la rete di Pinamonti.

Oltre che per i cori della Curva Bulgarelli ("Fenucci stiamo arrivando") e per le dichiarazioni del presidente Saputo: "Abbiamo fatto pietà, chiediamo scusa". Il destino del Bologna, comunque, è ormai segnato. Così come quello del suo tecnico: Pippo Inzaghi, infatti, sembra prossimo ai saluti. Al suo posto, tra i papabili, in pole c'è Sinisa Mihajlovic. Un altro tecnico a libro paga? Può darsi. Sarebbe il terzo: Donadoni verrà pagato fine a fine stagione...