Notizie
Categorie: Giovanili

Futbolclub, Bolic nominato direttore tecnico

Ancora un'importante novità nei quadri dirigenziali. L'ex tecnico dell'Under 16 ha le idee molto chiare: "Abbiamo allestito un potenziale super, ora dimostriamolo con i fatti"



Gli ultimi giorni hanno portato importanti novità nei quadri tecnici e dirigenziali del Futbolclub. La società del Presidente Margaritondo ha infatti ufficializzato gli ingressi di Masella e Politi che andranno a ricoprire rispettivamente il ruolo di Responsabile della Scuola Calcio e di Direttore Sportivo, e per ultimo è stato reso noto l'ingaggio di mister Valentino Vergari come tecnico dell'Under 19 blucerchiata, un'altra grande novità in vista della prossima stagione.

Da sinistra: Margaritondo, Bolic, Vitalini, Calvarese


Ma le news non sono finite qui e l'ultima riguarda la nomina a Direttore Tecnico di Alessandro Bolic. Ed è proprio il nuovo DT ad illustrarci meglio quelle che sono le aspettative del Futbol in ottica futura. “Intanto vorrei ringraziare tutte le società di Roma e non che mi avevano contattato proponendomi nuovi incarichi. Ma da parte mia non ho esitato neanche un istante a scegliere di restare al Futbol. Qui stiamo gettando le basi per un futuro da protagonisti assoluti. La società ha fatto delle scelte importanti, abbiamo messo su una “Ferrari”. Un potenziale super con allenatori e dirigenti di primissimo livello. Proprio per questo non possiamo permetterci di viaggiare a marce ridotte. L'armonia che c'è nel fine comune sarà un'arma vincente. Abbiamo tutto per fare bene e dobbiamo dimostrarlo nei fatti. Non vediamo l'ora di iniziare”. E riguardo al nuovo incarico Bolic afferma: “Essendo diventato Direttore Tecnico non potrò stare sempre in campo la domenica e questo mi mancherà sicuramente, ma al tempo stesso sono sicuro che il nuovo mister saprà comportarsi bene e sono fiducioso anche per gli stessi ragazzi. Sentiremo inevitabilmente la mancanza di Eros Guglielmo, ma proprio questo mi ha spinto ad accettare l'incarico, perché sono convinto che sarà sempre qui con noi e sarebbe soddisfatto anche lui di quanto faremo”. Con l'Under 16 l'obiettivo sarà quello di riconquistare i Regionali? “Credo che le categorie siano soltanto una conseguenza del lavoro che andremo a svolgere. Ogni giorno stiamo lavorando duramente per rintracciare profili adatti, e grazie anche alle qualità degli allenatori sono sicuro che raggiungere palcoscenici importanti sarà una cosa naturale”. In un tempo relativamente breve avete attirato l'attenzione di un numero sempre maggiore di ragazzi, è previsto un ulteriore incremento? “Assolutamente. Stiamo suscitando sempre più interesse, anche più di quanto magari ci aspettavamo. Questa non è altro che una conseguenza dell'ottimo lavoro svolto e che svolgeremo, anche in virtù delle nuove figure che sono entrate in società. Saranno i ragazzi ad essere al centro del progetto e continueremo ad insistere sulla crescita di ognuno. Proprio per l'alto numero di richieste abbiamo deciso di aumentare gli Open Day, ne stiamo organizzando diversi sia per la Scuola Calcio sia per l'Agonistica. Dobbiamo creare un bacino importante per noi e per la Samp. Pe questo credo sia fondamentale lavorare bene sin dalla Scuola Calcio. In futuro vogliamo essere i migliori nel territorio e diventare il terzo polo della Capitale. Sarà un obiettivo difficile da raggiungere, ma grazie al lavoro e all'entusiasmo che ci contraddistingue possiamo farcela”.