Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Gli esordi non finiscono mai: ora tocca a Feroce e Sesena

Diversi i volti nuovi sulle panchine del torneo cadetto. In settimana ne sono cambiate tre tra le quali quella del Fonte e quella dell'Almas



Sono già 13 su un totale di 72 le panchine saltate tra esoneri e dimissioni nel campionato cadetto. E siamo ancora alla decima giornata, in pratica più di uno a settimana. A volte i cambi hanno funzionato, in altre occasioni no oppure bisogna attendere ancora per capirlo. Di certo essere allenatore in Promozione, finora, non si sta dimostrando impresa facile

Feroce festeggia lo scudetto (Foto GazReg)


L'andamento delle prime 9

Il primo a far posto fu Stefano Broccatelli che lascio alla seconda giornata la guida della Vigor Acquapendente David De Paolis che soltanto nelle ultime tre settimane sembr aver dato, o trovato, quella scossa per risollevare una delle candidate per la zona alta. Poco più distante il cambio Babusci-De Maria al Real Cassino alla quinta giornata con il nuovo tecnico che ha centrato 5 punti in quattro giornate, uno in mendo del predecessore che ha però allenato per una giornata in più. Quattro invece le gare di Salvatore Di Marsilio sulla panchina dell'Alatri, poi le sue dimissioni e la conseguente autogestione dei verderosa che hanno trovato un totale di 5 punti con un match da recuperare, quello del fattaccio pre Ferentino. Un mese di tempo in panchina anche per Nicola Salipante in casa CSL. Per l'ex Montalto sostiuito da Riccardo Sperduti un solo punto, al cospetto dei 3 centrati dall'ex Tolfa in 5 gare (di cui una sospesa per nebbia). Una settimana in meno del civitavecchiese è invece durata l'avventura di Paolo Mariani su quella del Vicovaro, con Luciano Orati che dopo il suo insediamento ha centrato 3 vittorie di fila (il collega fece 2 punti) per poi impantanarsi con una sconfitta e due pareggi. Alessandro Manciocchi ha lasciato lo Sporting Montesacro tre settimane fa, ma la squadra è ancora ferma a 0, senza un tecnico (la direzione è stata affidata a Schettino durante la settimana ndr) mentre dallo 0 ha tolto il Sabaudia Angelo D'Amico che ha preso il posto di Lauretti dopo sette giornate. 3 invece la quota raggiunta dalla Morandi durante la gestione di Alessandro Mussoni (5 gare) che da lì in avanti con il ds Cuomo in panca ha conquistato 6 punti in 4 giornate. Sempre nel girone C, quello con più cambi (sono 5 i tecnici diversi, mentre ne abbiamo 3 nel girone A, 2 nel D e 2 nel B) da due settimane Alessandro Amici ha lasciato l'incarico in casa Palocco ed è stato sostituito, per ora, dal presidente Marco Pini (con 3 punti in 80') rispetto ai precedenti 10, mentre Fabrizio Pannozzo era riuscito a centrare 4 punti in 6 gare col Monte San Biagio che ora con Francesco Del Prete (dall'Under 19) è stato capace di conquistarne 4 in tre gare. Da una settimana, infine, Giacomo Celentano ha preso la guida della Virtus Ardea, esordendo con un ko interno contro il Santa Maria delle Mole.


Gli ultimi arrivati

In attesa di capire quale sarà il nome nuovo per la panchina della De Rossi (per ora soluzione interna) domenica tocca a Fabrizio Feroce e Roberto Sesena fare il loro debutto nell'agone del campionato cadetto. Entrambi hanno fatto molto bene nel mondo delle giovanili, con l'ex Romulea che è addirittura reduce da uno storico scudetto Under 19 e per loro ci saranno Fonte Meravigliosa ed Almas come banco di prova nel mondo dei "grandi". Due allenatori che comunque non hanno bisogno di presentazioni, vedremo cosa sapranno dare al posto di Montella e Saccucci.