Notizie
Categorie: Nazionali - under 18

Ho trovato Galardi su Football Manager. E l'ho comprato...

Capello sempre al posto giusto, cellulare alla mano e risposta sempre pronta. Nel 2017 conoscemmo un giovane quindicenne. Ecco com'è andata...



Galardi in azione nel derby Foto ©  A.C. Milan

Ho trovato Gabriele Galardi su Football Manager. Avete presente quel gioco manageriale dove in teoria dovresti portare la tua squadra sul tetto d'europa, ma in pratica vieni esonerato dopo il primo anno per aver speso tutto il budget in talenti inespressi del sud America? In questi giorni di quarantena mi stavo imbattendo in questo gioco - e chiaramente andavo verso l'esonero - quando scorrendo tra i talenti del Milan l'ho trovato. Gabriele Galardi, terzino fluidificante del Milan. Valore aggiornato al 2022: 13.75 milioni di euro. Aggiorno la pagina per sicurezza, convinto di aver letto male e invece era proprio lui. L'ex Vigor Perconti che avrò visto una cinquantina di volte. Credetemi, sono rimasto scioccato. Superato quel momento - in cui avevo appena realizzato di essere diventato un vecchio - mi è venuto in mente la prima volta che ho conosciuto Gabriele personalmente. Torneo delle Regioni 2017 in Trentino, rappresentativa Giovanissimi del Lazio. Eravamo sul posto per il consueto servizio sulle nostre squadre...


Galardi nel 2017 con la Perconti Foto©Piccirilli

Avete presente lo scappellotto? E' un piccolo schiaffetto amichevole che viene dato dietro al collo. Quando parli con Gabriele Galardi ti viene in mente proprio lo scappellotto. Splendidamente egocentrico, sempre con il capello al posto giusto e la risposta pronta. Cellulare alla mano: messaggi su Facebook, foto su Instagram. Insomma, il classico para... vento. Conoscendolo però capisci che questo ragazzo ha una grande dote: riesce a entrarti nel cuore. Sarà quel suo sorrisetto di chi la sa lunga, il suo essere generoso, simpatico. Fatto sta, che al Torneo delle Regioni la sua intervista post partita l'abbiamo fatta tre volte perchè magari sbagliava una parola e bisognava ricominciare. Voleva essere perfetto. Una scena curiosa per un ragazzo di 15 anni e un ricordo bellissimo per noi che lo abbiamo visto giocare fin da bambino. Prima nel Villanova e poi nella Vigor Perconti, la società che l'ha cresciuto e che, senza dubbio, ha visto passare in casa sua uno degli esterni più promettenti in Italia. Ve lo confermerebbe Andrea Persia e Francesco Bellinati, gli ultimi tecnici ad averlo allenato nei dilettanti, ma anche Giulio Di Cori, che lo ha conosciuto da piccolissimo sempre alla Perconti. Con il tempo ed il lavoro ha saputo valorizzare al meglio qualità come velocità, dribbling, senso del gol, conclusione da fuori area. Ora vede lo spazio giusto prima di molti suoi coetanei. A volte forse è un po' troppo fumantino, ma ci si può lavorare. Oggi Galardi è appena diventato maggiorenne e gioca nell'Under 18 del Milan, esordio in Primavera contro il Brescia, qualche seduta di allenamento con la prima squadra e un sogno nel cassetto chiamato Serie A. Nel dubbio, a Football Manager me lo sono preso. Volete sapere com'è andata? Lui ha esordito nella massima serie, io però sono stato esonerato poiché i 38 milioni spesi per acquistarlo stavano per far fallire il mio Empoli. Pazienza, dai, ci riproverò. L'importante è continuare a crederci e non smettere di sognare. Giusto, Gabriele?Image title