Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Il Real volta pagina, Centioni: "Voglio un cambio di mentalità"

Le prime parole del nuovo tecnico rossoblù provano a riaccendere gli animi in casa Monterotondo Scalo



David Centioni

Il Real Monterotondo Scalo prova a ripartire da David Centioni. Dopo l'addio a mister Vincioni infatti, il club rossoblù ha individuato nell'ex tecnico del CreCas il profilo adeguato per dare una scossa all'ambiente. “Le sensazioni sono positive” spiega Centioni con le prime parole dopo l'ufficialità del suo approdo sulla panchina dello Scalo. “Certamente arrivo in una squadra in difficoltà, che si aspettava di più di quello che è riuscita effettivamente a guadagnare sul campo. Abbiamo a disposizione una rosa competitiva che, anche secondo le previsioni di inizio stagione, sembrava attrezzata per fare sicuramente qualcosa in più. All'inizio dell'anno non si aspettavano di occupare, ad oggi, questa posizione.”


Ma un primo confronto sul campo dall'allenamento con il gruppo sembra aver lasciato un impressione positiva al nuovo mister: “Parlando con la squadra ho detto loro che ora bisogno riboccarsi le maniche e affrontare la realtà. Dobbiamo e possiamo risalire la china, considerata anche la classifica corta. Ho trovato una società molto organizzata, seria e appassionata. Ci sono tutti i presupposti per fare bene. Anche sul mercato sono state fatte delle operazioni importanti. Tabarini e Iovine sono attaccanti di livello, come lo stesso Barbarella che ci può dare qualcosa in più. In generale mi aspetto molto da tutti gli elementi dell'organico, con una particolare voglia di riscatto dai vari Abbondanza, Nardecchia e altri calciatori più esperti in grado di trascinare il gruppo.”


9 squadre in appena 5 punti lasciano intendere come il Real sia ancora padrone del proprio destino: “Basta fare un paio di risultati positivi per toglierci dalla zona critica. Allo stesso tempo manca tutto un girone di ritorno durante il quale avremo la possibilità di cambiare le cose. Inizialmente mi sto concentrando sull'aspetto psicologico. Il gruppo probabilmente ha smarrito fiducia e autostima nell'ultimo periodo. Possiamo recuperarlo soltanto con i risultati, e fino alla prima partita di campionato – che il Monterotondo giocherà il 7 gennaio, curiosamente proprio contro il CreCas – avremo l'opportunità di lavorare anche sul piano tattico. L'obiettivo è evitare la zona play out. Questa rimane la nostra missione e per centrarla c'è bisogno di fare risultati con continuità. A partire già dalla prima sfida disponibile.”