Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Il Rocca Priora è tornato. E Pieragostini c'è

Il giovane attaccante ha firmato il suo terzo gol stagionale. Il rapporto con Bacchi ed Halauca lo sta facendo crescere



In gol, Pieragostini

Un punto nelle ultime tre partite. Il Rocca Priora aveva bisogno di ripartire e lo ha fatto puntualmente sul campo dell’Alatri, battuto  4-1. A chiudere i conti della sfida è stato Cristian Pieragostini, attaccante classe 1998 con un passato a San Cesareo e Cave che ha segnato la terza rete personale stagionale tra Coppa e campionato: "Abbiamo fatto una buona partita, anche se di fronte c’era una squadra imbottita di giovani forse per alcune problematiche interne (i verderosa sono infatti scesi in campo con soltanto tre giocatori della rosa della prima squadra ndr) Noi, comunque, avevamo bisogno di fare bottino pieno e abbiamo giocato una gara determinata e concentrata: siamo andati sul 2-0  grazie ad una doppietta di Bacchi, poi nella ripresa un’autorete e il mio gol hanno arrotondato i conti" Il Rocca Priora è salito a quota 15 punti: un ottimo bottino nelle prime 11 giornate di campionato. "In pochi si aspettavano un inizio di stagione di questo tipo per una squadra neopromossa come la nostra – spiega Pieragostini – Fino a quattro partite fa stavamo facendo benissimo, poi abbiamo accusato un leggero calo e ora è arrivato questo successo ad Alatri che può darci nuovo entusiasmo. Siamo assolutamente in linea con il nostro obiettivo iniziale che è e rimane quello di una tranquilla salvezza" Il Rocca Priora preparerà ora il complicato match interno con il Real Cassino, ma intanto Pieragostini sottolinea il suo positivo inserimento all’interno del gruppo castellano: "L’anno scorso ho giocato in Seconda Categoria a Colle di Fuori e avevo voglia di rimettermi in gioco in un campionato di livello superiore. E’ stato mister Paolo Lunardini, che mi conosce da una vita, a dirmi di aggregarmi al gruppo: sento costantemente la sua stima e riesco comunque a ritagliarmi uno spazio in ogni partita, nonostante davanti ci siano due giocatori di grande livello come Bacchi e Halauca che sta facendo benissimo. Io penso solo a farmi trovare pronto quando il mister mi chiama in causa e spero di riuscire a dare il mio contributo"