Notizie

Lazio a Bologna un punto d'oro, ma rimane il problema attacco

La squadra di Menichini conquista un buon punto in terra emiliana, manca ancora la fase offensiva



Raul Moro, attaccante della Lazio @DeCesaris

Prima partita dell'anno, uno scontro diretto che in caso di sconfitta sarebbe valso il sorpasso. Invece la Lazio esce da Bologna tutto sommato con il sorriso sulle labbra, perchè il pareggio è un risultato in fin dei conti positivo, che non mette fine alla striscia di punti consecutivi conquistati dalla Lazio (7 in 3 partite). Segnali sicuramente incoraggianti vengono dalla difesa. La retroguardia biancoceleste nelle ultime sfide ha alzato il muro, concedendo solamente due reti e dimostrando che con Armini e Falbo terzini e Kalaj e Franco centrali le cose stanno funzionando. Bianchi ormai si è preso la maglia da titolare. L'unico neo, rimane, inesorabile l'attacco. Se nella prima parte di stagione la Lazio faticava a creare, ora la compagine di Menichini non riesce a concretizzare. Anche con il Bologna le occasioni ci sono state, ma il trio davanti è ancora troppo inconcludente. Non a caso i biancocelesti sono per numeri il peggiore attacco del campionato. Serve una scossa e serve subito. Se si vuole arrivare ad una salvezza tranquilla anche l'attacco deve rispondere presente. Niemmermeer è ancora a quota 0, Moro non ha il gol nelle vene, Cerbrara non gode della piena fiducia del mister e Zilli gioca solamente spezzoni di partita. Manca il gol e la Lazio lo deve assolutamente ritrovare.