Notizie
Categorie: Giovanili

Massimina, Centanni: "Solo con la civiltà ne usciremo"

Il tecnico del gruppo 2005 e pilastro del club di via Casal Lumbroso dice la sua sul difficile momento attuale



Centanni

Continua il periodo di quarantena per il nostro paese e, di conseguenza, per il nostro amato calcio. Resta vuoto il San Gabriele, dimora del Massimina nel rispetto delle disposizioni emanate. Ci sarà tempo e modo in futuro, al termine di questa emergenza, per riabbracciarci e tornare a divertirci sul campo: adesso, però, è il tempo della prudenza e della prevenzione. “È veramente un momento difficile quello che stiamo attraversando”, commenta mister Patrizio Centanni, “personalmente lo sto vivendo con una serie interminabile di considerazioni e sensazioni diverse, dalla preoccupazione al dolore, dal rispetto alla gratitudine verso chi lotta ogni giorno per combattere il virus. Il calcio mi manca moltissimo, come tante altre cose, e sono certo che anche i nostri ragazzi stanno provando le mie stesse emozioni, ma mai come in questo momento si rende necessario il massimo rispetto delle regole che ci sono state date. Perché se vogliamo tornare a riabbracciarci, a stringerci per un gol, o per affetto o anche per una semplicissima stretta di mano, dobbiamo rispettare gli altri e noi stessi. Sono del parere che soltanto l'educazione e la civiltà potranno salvarci e già nella parola educazione c'è tutto quello che serve per poter vivere in una Società. Ai nostri ragazzi vorrei dire di impiegare questo momento e questo tempo per curare maggiormente il rapporto con i propri genitori e famigliari, studiare e, perché no, fare ginnastica a casa, per cercare, per quanto possibile, di mantenersi in forma. Rivolgo a loro e non solo, un grande augurio di rivederci quanto prima sul campo, per rincorrere insieme il pallone.