Notizie
Categorie: Cronaca e cultura

Opes presenta la 1ª edizione del Premio Città di Marino

La manifestazione nasce con lo scopo di celebrare tutte quelle personalità del comune dei Castelli che si sono contraddistinte per meriti sportivi, umani e sociali.



Premio Città di Marino ©Opes

Il sindaco della città di Marino Carlo Colizza, la campionessa di pattinaggio di figura ed in-line Chiara Censori, il cestista non udente Campione d’Europa Alessandro Giovannangelo ed il giovane calciatore della Lazio Nicolò Armini hanno ricevuto lo scorso 12 ottobre il Premio Città di Marino. Il riconoscimento, istituito dall’Ente di Promozione Sportiva OPES in collaborazione con la Proloco di Boville, a partire da questo 2020, vuole celebrare tutte quelle personalità del comune dei Castelli che si sono contraddistinte per meriti sportivi, umani e sociali.

“Questo momento di celebrazione, che sta dietro agli sforzi delle famiglie e degli atleti e ai valori sportivi – ha dichiarato il Sindaco della città di Marino Carlo Colizza –, deve proseguire. Noi Istituzioni ci dobbiamo ricordare di festeggiare e di riconoscere agli sportivi la loro attività, che è benefica per la comunità e che, al tempo stesso, li trasforma in cittadini attivi”. “Sono rimasto contentissimo – ha aggiunto il Segretario generale di OPES Juri Morico – di vedere ad una cerimonia, che poteva tenere lontane le persone comuni, tanti atleti, giovani ed interi nuclei famigliari. Inoltre, voglio tributare un plauso a chi gestisce quotidianamente la pubblica amministrazione e le relazioni umane, avvicinandosi alle persone con l’intento di difendere i loro bisogni, anche nel mondo dello sport”.

“Sono soddisfattissima – ha concluso la Presidente della Proloco Cristina Gastaldi – di come le Associazioni ci hanno seguito e di come abbiamo organizzato sia la due giorni di Vivi lo sport sia la prima edizione del Premio Città di Marino. Credo fortemente che questo appuntamento diventerà un momento significativo per la città ed il territorio, perché da una parte abbiamo tanti atleti di valore, mentre dall’altra possiamo contare su persone che ritengono lo sport davvero fondamentale”.Nicolò Armini, difensore della Lazio, premiato dal Città di Marino ©Opes

Sul palco del Parco della Pace di Cava dei Selci hanno ricevuto degli speciali riconoscimenti Sara Vargetto (mascotte dell’Atletica Vaticana, atleta affetta da artrite idiomatica giovanile che si cimenta nel basket in carrozzina e nel running), Camilla Fumai (campionessa italiana ICO-XFC di kick boxing e pugilato), Massimo Sassaroli e Virginia La Mura (vice campioni del mondo WDC di danze latino americane), la Boville Marino (squadra di bocce che si è laureata Campione d’Italia con la formazione Juniores), Roberto Di Sante (giornalista, scrittore e autore di “Corri” e “Tre”) e tutte le associazioni che hanno contribuito alla splendida riuscita di Vivi lo Sport.