Notizie
Categorie: UNDER 19 DIL. - Giovanili

Ostiamare, Tortolano "Momento strano. Domani voglio solo i 3 punti"

I biancoviola devono dimenticare il periodo negativo. Il tecnico ha tracciato la strada per uscirne



Claudio Tortolano

Claudio Tortolano lo ha definito: "Un momento particolare". Ed effettivamente, il mese di novembre fatta eccezione per la vittoria con il Trastevere è stato un periodo avaro di soddisfazioni per l'Ostiamare, che con 1 punto nelle ultime 3 gare ha ceduto la vetta della classifica all'Atletico Terme Fiuggi. "Troppo poco: non ci sono alibi - ha ribadito il tecnico biancoviola -. Abbiamo avuto 7 infortuni importanti e a lungo termine, perdendo dei punti fermi della rosa. Il nostro è un momento particolare, tra la partita di Artena nell'insolito orario delle 18:30 sotto la pioggia, il ko con il Ladispoli a 6' dalla fine e quello di sabato scorso con l'Aprilia Racing Club. Questa sconfitta mi ha deluso perchè abbiamo avuto un blackout sull'1-0 per noi e siamo usciti dalla partita al 75', rendendoci autori di un quarto d'ora finale da dimenticare. Ci siamo fermati, quasi intimoriti dai recenti risultati. E' però un periodo che fa parte della stagione". Diversi i segnali tratti da Tortolano in questo recente 'tuor de force'; con una mentalità su cui bisogna lavorare per trovare la reazione da grande squadra qual è l'Ostiamare. "Bisogna saper gestire meglio le partite ed evitare inutili ansie. Però non cambia nulla: come non eravamo fenomeni prima, non siamo brocchi adesso. I ragazzi sono carichi e pronti a reagire. Ho puntato molto sull'aspetto mentale. E' la testa che fa muovere le gambe e gestisce le emozioni. Lì si cresce e si vincono le partite. C'è stato questo passaggio a vuoto che mi ha sorpreso, più che altro per l'andamento dell'incontro con l'Aprilia perchè la squadra ha sempre mostrato capacità di reazione". Uno scossone che adesso serve come il pane ai biancoviola, i quali devono dare una sterzata al loro rendimento e mostrare muscoli e maturità. Secondo Tortolano, l'Albalonga arriva al momento giusto. "La partita si prepara da sola: non devo dire niente ai ragazzi. Loro sono una squadra forte, è uno scontro diretto e se vinciamo ce li mettiamo a 5 punti. E' una sfida importante e sono fiducioso. Rispetto per l'avversario, però siamo consapevoli delle nostre capacità e ci dobbiamo riprendere. Domani voglio vincere e basta".