Notizie
Categorie: Dilettanti

Ottavia, Braconi "Il nostro calcio è il calcio del sorriso"

Il numero 1 di via delle Canossiane e la sua visione del mondo, soprattutto in questo momento in cui è facile farsi prendere dalla tristezza



Andrea BraconiE' sempre animato da una grande positività Andrea Braconi, deus ex machina dell'Ottavia. Il numero 1 azzurro capisce il momento alla perfezione e con il solito stile che lo contraddistingue lo fronteggia, portando con sé una ventata di buonumore che si augura possa essere contagiosa. E questa volta il contagio è assolutamente positivo. Tanti giorni ormai di stop al calcio ed alla frenesia quotidiana ci stanno accompagnando e Braconi commenta “E non finisce qui, come recita qualche slogan. Lo dico col sorriso, perché c'è bisogno di sdrammatizzare su un evento che sta cambiando la vita di tutti noi. Ormai ci siamo dentro, nessuno poteva immaginare una cosa del genere, ma l'importante è cercare di non farsi schiacciare dalla paura e trovare un motivo per sorridere. Io l'ho sempre detto, il calcio dei dilettanti è il calcio del sorriso, quello che non dobbiamo perdere e che ci può aiutare tantissimo in questa difficile situazione. Si dice anche “anno bisesto, anno funesto”. Devo dire che purtroppo è così, visto che anche sul piano personale ho già vissuto alcune vicissitudini negative. Ma non dobbiamo abbatterci e cercare di superare in tutti i modi quanto sta accadendo, rispettando le regole che ci sono state date e provando a sdrammatizzare il più possibile. Non guardiamo costantemente ai numeri e non ci fossilizziamo sul Coronavirus, ma distraiamoci con del sano, passatemi il termine, “cazzeggio”. E' una maniera semplice per superare le cose. Io stesso mi sono messo in gioco, pubblicando un video in cui come tanti calciatori e dirigenti mi sono messo a palleggiare con un rotolo di carta igienica. Lo hanno fatto in tanti, perché non un presidente? Anzi, invito altri miei colleghi a fare altrettanto, in questo modo sono sicuro che riusciremo a superare questo periodo di grande difficoltà nella maniera migliore”