Notizie
Categorie: Giovanili

Ottavia, Daniele Lorenzetti indica la via

Il direttore sportivo introduce l'esordio delle squadre azzurre: "Manteniamo la categoria"



Daniele Lorenzetti @DeCesaris

La stagione dell'Ottavia, settore giovanile, si trova ai nastri partenza. Quattro categorie d'Elite dagli Under 17 in giù. A presentare le ambizioni della società biancoblu, il direttore sportivo Daniele Lorenzetti ha fatto il punto della situazione a ridosso dell'avvio di campionato: “Come prima cosa mi sento di esprimere la grandissima felicità dell'Ottavia Calcio per esser stati ripescati con il gruppo degli Under 16, ma di questo parleremo più avanti”. Si inizia con i più giovani, gli Under 14: “Come per tutte le rose delle nostre giovanili abbiamo allestito ottimi organici. L'obiettivo per i 2005 è quello di mantenere la categoria. Sarà complicato, ma ci proveremo fino alla fine nonostante siamo capitati in un girone veramente ostico”. Successivamente, si passa a parlare della squadra che il DS ha preso in consegna quest'anno: “Il gruppo Under 15, quello che seguo come tecnico, è un organico e un'annata particolare. Non mi va di fare paragoni con quanto accadutomi l'anno scorso. Pensare di fare meglio delle finali sarebbe complicato. Cioè, mi spiego, se penso ad un miglioramento a livello di risultato parto già sconfitto. Parliamo comunque di un gruppo che ci garantisce un campionato di media classifica. Avremo un esordio pericoloso con Urbetevere e poi Ladispoli. Ci aspettiamo già un inizio non propriamente spumeggiante”. Per quanto riguarda i più grandi, invece, gli obiettivi sono cambiati rispetto la scorsa annata: “Gli Under 17, che l'anno scorso hanno disputato i play-out, vorremmo riuscissero a disputare una stagione più serena. Senza l'incubo dei play-out o dover fare la partita della vita a fine campionato, per intenderci. Abbiamo avuto pochissime perdite e inserito acquisti importanti”. Infine si passa a parlare del ripescaggio dell'Under 16: “Devo ammettere che c'era un po' di rammarico per come erano andate le cose. La notizia del ripescaggio da una parte ci ha sollevato, dall'altra ci ha costretto a correre ai ripari il prima possibile. Abbiamo sulle gambe una preparazione più blanda rispetto a quella delle altre concorrenti, ci stavamo preparando per affrontare il campionato regionale. Qualche giocatore è anche andato via per evitare di scendere di categoria. Siamo comunque fiduciosi per quello che ci aspetta. Avevamo allestito un organico per la pronta risalita in Elite. Il mister Francesco Barbabella, in tal senso, è un'assoluta garanzia”.