Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Polidori rientra ed è decisivo "Canale, possiamo sognare"

L'ex giocatore dell'Orvietana ha firmato il suo primo gol con la nuova maglia nel match contro



Gianluca Polidori ©Facebook

Dopo una partenza a rilento il Canale Monterano ha iniziato a macinare punti: i gialloblù sono addirittura terzi, ora, nel girone A. Sicuramente, il ritorno nell’undici titolare, di un pezzo da novanta come Gianluca Polidori, ha contribuito al rilancio del team diretto da Graniero.

Gianluca, sei tornato stabilmente in campo ed hai subito timbrato il cartellino "Sì e sono felice perché star fuori è dura. Ora però guardo avanti con molta determinazione e fiducia, tornare a far gol è stata una bella sensazione. Il Canale Monterano lassù devo ammettere che è un bel vedere. Io non sono ancora al top della forma ma posso già portare la mia esperienza ad un gruppo in cui francamente credo molto"

Voi avete una rosa con calciatori di qualità oltre ad un tecnico estremamente preparato come Antonio Graniero "I miei compagni di squadra sono impagabili. Le risorse economiche del Canale Monterano non sono quelle di una big ma è stata allestita una squadra di assoluto valore in ogni reparto che ha alla guida, come dici tu, un mister veramente capace di tirare fuori il meglio dai suoi calciatori. Graniero dice sempre con orgoglio che ognuno di noi, deve tirar fuori gli attributi in campo: una frase che pronunciata, nei modi e nei tempi giusti da un napoletano verace come lui, effettivamente fa presa su tutti noi"

La Promozione laziale non è l’Eccellenza umbra da dove tu provieni ma nel suo piccolo è un campionato tosto non credi? "In Promozione si predilige parecchio il contatto fisico a differenza dell’Eccellenza dove c’è giocoforza un tasso tecnico diverso. Ciò detto, in questo girone A di Promozione le squadre hanno tutte una buona organizzazione, i campi di gioco nascondono sempre delle oggettive insidie: prevalere insomma non è affatto facile. Il Canale Monterano ad ogni modo è consapevole della propria forza"

A Canale Monterano potete coltivare sogni di gloria? "Non ci nascondiamo. Io perlomeno non lo faccio poiché se ho accettato di sposare il progetto Canale Monterano la motivazione sta nel fatto che penso ci siano i presupposti per una stagione di grandi soddisfazioni. Al paese si respira un’aria positiva in tal senso. La dirigenza ci è vicina e non lesina sforzi per farci sentire importanti. Per la prima volta nella recente storia del club, le alchimie che si sono create sono tutte protese verso una direzione. Possiamo arrivare in alto: dobbiamo crederci, tutti insieme senza avere timori reverenziali nei confronti di chi ha, solo sulla carta, più blasone rispetto a noi"