Notizie
Categorie: Giovanili - UNDER 14 DIL.

Polisportiva Paliano, Sanelli: "Una grande stagione"

Dopo un girone di andata avido di soddisfazioni, il tecnico e il suo gruppo si sono rivelate fra le più belle sorprese



Un'esultanza del Paliano

Quella della Polisportiva Paliano è una bella storia. Una storia di evoluzione, di crescita, come spesso accade per le protagoniste del campionato Giovanissimi Fascia B, una storia di riscatto. Nel corso della prima annata in assoluto in cui la società svolge il campionato Regionale, i suoi 2004 sono riusciti, dopo un girone di andata di assestamento, a esplodere nel ritorno, arrivando a tagliare lo scoppiettante traguardo di ben otto vittorie consecutive. Ne abbiamo parlato insieme al tecnico, Emanuele Sanelli. "La storia di questa squadra è un po' particolare. Allenavo questi ragazzi l'anno scorso nella Lodigiani, dove militivamo come terzo/quarto gruppo. Tra me e loro si è formato un grande legame, molto forte, e al momento del salto nell'agonistica, comprendendo che non c'era molto spazio, siamo venuti tutti qui, rispondendo alla chiamata del Paliano." E con la maglia del Paliano indosso, questi ragazzi sono cresciuti nel corso di quest'anno. "Questa è una squadra che proviene dalla scuola calcio della Lodigiani, dunque abituata a giocare corto e a puntare sulla qualità. Nel girone di andata credo che abbiamo sofferto un po' sotto questo aspetto: soprattutto su campi difficili, contro squadre più smaliziate, abbiamo faticato proprio perché avevamo ancora un po' troppo radicata in noi la mentalità da scuola calcio. Insomma, dopo aver ottenuto 13 punti in 13 partite abbiamo capito che dovevamo cercare di cambiare qualcosa. Pian piano ci siamo adattati. Durante il girone di ritorno, per fare un esempio, abbiamo inziato a introdurre talvolta anche il lancio lungo del portiere: una cosa che prima non facevamo mai. Siamo riusciti a vincere le prime due partite, fra cui quella importantissima con l'Audace a Bellegra: un campo dove nessuno prima di noi era riuscito a trovare il successo. Da lì ho capito che qualcosa stava cambiando in noi. Poi c'è stata la partita con il Colleferro, dove abbiamo perso proponendo però una prestazione straordinaria, tanto che la dirigenza mi disse: Da adesso questi ragazzi non perderanno più, e così è stato. Dopo le settimane di stop abbiamo inanellato otto vittorie consecutive." Sui principali miglioramenti del gruppo Sanelli non ha dubbi: "Anzitutto l'atteggiamento in campo. E' cambiato l'approccio alle partite, a cominciare dal riscaldameno. Ho iniziato poi a introdurre concetti più specifici, abbiamo inziato a preparare le partite. Credo poi sia stata una buona idea ridurre la rosa a gennaio: il passare da 21 a 18 elementi ha fatto compattare ancor di più la squadra. Fatte poi meno rotazioni, specialmente in difesa, che così ha avuto modo di registrarsi alla grande. Non a caso siamo fra le migliori del girone: nel corso delle ultime dodici partite abbiamo preso solamente quattro goal. Un merito, questo, da spartire anche con il resto della squadra: abbiamo lavorato molto sulla fase di non possesso, ricavandone ottimi frutti." I goal fatti invece rappresentano un piccolo tallone d'Achille per il Paliano. "Purtroppo la nostra punta si è dovuta fermare, e a lungo siamo rimasti senza, abbiamo dovuto adattare un giocatore per ricoprire quel ruolo." Ma al di là di tutto Sanelli è felicissimo di questo finale di stagione. "Il mio più grande desiderio era di terminare la stagione con i rimpianti per quanto successo all'andata. E così è stato. Se avessimo avuto maggior potenziale in attacco saremmo arrivati fra le prime due."