Notizie
Categorie: Nazionali - Under 16

Qualità e determinazione. Così la Roma ha battuto il Cosenza

I ragazzi di Parisi alzano la voce dopo la sconfitta di Benevento e conquistano i primi tre punti della stagione grazie ad una prestazione di alto livello



Esulta la Roma ©De Cesaris

Roma-Cosenza ha mandato un messaggio forte e chiaro a tutte le altre: la sconfitta di Benevento è stata solo una battuta d'arresto di una stagione in cui i giallorossi vogliono essere protagonisti. Il risultato contro la compagine calabrese è senza dubbio bugiardo viste le infinite occasioni create dal team di Parisi. I tre legni colpiti nell'arco della gara e le numerosissime occasioni in cui il numero 1 Ammirati ha dovuto mettere del suo (non a caso il migliore in campo tra le fila del Cosenza) confermano quanto detto. Capitan Pagano e compagni si sono resi protagonisti di una prestazione di altissimo livello, soprattutto dal punto di vista del gioco offerto. Baldi ha vissuto il match da spettatore non pagante considerando che i cosentini sono entrati nell'area di rigore giallorossa una volta, e tra l'altro nel recupero. Falasca e Leonardo D'Alessio  padroni assoluti delle fasce. Chesti e Francesco D'Alessio, quest'ultimo nell'inedito ruolo di difensore centrale, hanno alzato un vero e proprio muro capace di stroncare sul nascere ogni pericolo. Le impeccabili geometrie di Faticanti in mezzo al campo, sostenute dalla quantità di Mirimich e dalla classe di Pagano, hanno fatto sì che la Roma avesse sempre in mano il pallino del gioco creando occasioni a profusione. In attacco Cherubini-Simone-Liburdi hanno impensierito continuamente la retroguardia avversaria, costretta a rinchiudersi nella propria area di rigore. Insomma, i giallorossi hanno dimostrato di essere davvero affamati e la determinazione con la quale hanno affrontato il Cosenza ne è la conferma.