Notizie
Categorie: UNDER 16 DIL. - Giovanili

Racing Club, Bilotta: "Grande tecnica e poca fisicità"

Il mister della formazione gialloverde ci racconta della gara contro l'Ostiamare e della stagione che si sta per chiudere



Bilotta, mister Racing Club ©shotsports

Sabato per il Racing Club è arrivato l’ennesimo buon risultato contro una squadra di vertice. Questa volta è l’Ostiamare ad essere fermata al ‘Pineta dei Liberti’. Abbiamo per questo deciso di intervistare Bilotta, il mister gialloverde, per discutere con lui sia del bel pareggio conquistato, sia  per fare un resoconto sulla stagione che ormai si avvia alla conclusione. Il mister parte dalla gara di sabato: “E’ stata una buona partita contro l’Ostiamare, l’abbiamo interpretata bene. In alcune fasi della partita a prevalere è stato l’agonismo più che la tecnica, ma d’altronde quando incroci squadre ben messe dal punto di vista fisico l’agonismo ci vuole altrimenti rischi di farti mettere sotto. E’ stata in bilico fino all’ultimo: prima sono passati in vantaggio loro, poi abbiamo ribaltato il risultato portandoci sul 2-1; su questo risultato abbiamo anche avuto la possibilità di allungare, ma non ci siamo riusciti ed abbiamo subito il gol del pari. E’ stata una gara equilibrata, la potevamo vincere come perdere nei minuti finali, ma nel complesso sono felice del risultato che ne è scaturito”. Di seguito il mister passa ad analizzare il campionato svolto dalla sua squadra notando come in alcune occasioni il Racing Club abbia fatto buonissimi risultati con le squadre di vertice: “I buoni risultati con le squadre di alta classifica ci portano a chiederci come mai non abbiamo raccolto più punti. Per esempio con l’Ostiamare siamo riusciti a fare due pareggi. Siamo un buon gruppo, molto preparato sotto il punto di vista tecnico. Quello che ci manca è la fisicità, non a caso tante sfide le abbiamo perse a causa di gol subiti da palla inattiva. Un altro punto a sfavore è l’ampiezza della rosa: infatti abbondiamo in alcuni ruoli, mentre in altri manchiamo un po’. Fortunatamente a dicembre è stato fatto qualche aggiustamento che ci ha permesso di alzare un po’ l’asticella. Sono contento comunque della stagione, i ragazzi si sono evoluti ed hanno imparato molto”.