Notizie

Real Valle Martella, Fulghieri: "Un'occasione mancata"

L'attaccante esterno classe 1997 analizza la gara persa dalla sua squadra contro il Football Club Frascati



Luca Fulghieri, Real Valle Martella

Il Real Valle Martella si morde le mani. La formazione del presidente Daniele Imola, dopo lo scivolone “interno” (si è giocato al “Francesca Gianni” per l’indisponibilità del campo di Monte Compatri) contro il Football Club Frascati capolista, ha impattato 2-2 nel match di ieri sul campo della Nuova Lunghezza. Ai ragazzi di mister Andrea Abate non è bastato essere due volte in vantaggio: al termine di una gara piuttosto nervosa (due espulsi locali e capitan Mora per il Real Valle Martella), il responso del terroso campo di Lunghezza è stato quello di parità. “Sicuramente è un’occasione mancata – dice l’esterno d’attacco classe 1997 Luca Fulghieri – Abbiamo giocato una buona partita, ma ci è mancato un pizzico di fortuna. Siamo andati in vantaggio con Abatecola, poi abbiamo subito il pari quasi subito e prima dell’intervallo ho segnato il gol del secondo vantaggio. Nella ripresa stavamo gestendo tranquillamente la partita e alla mezzora è arrivato un calcio di rigore per i padroni di casa, poi poco dopo l’arbitro non ne ha visto uno netto ai danni di Monteleone e la partita si è chiusa sul 2-2”. L’ambiente del Real Valle Martella è conscio delle potenzialità della squadra, ma Fulghieri non si vuole sbilanciare: “In questo momento dobbiamo ragionare partita dopo partita, senza fissare obiettivi – spiega l’attaccante – Sappiamo di avere un gruppo valido composto da diversi giocatori importanti. Io ho giocato l’anno scorso in Prima categoria col Valle Martella e in precedenza in Promozione con squadre come Pro Roma e Vigor Perconti e penso che diversi miei compagni di squadra avrebbero tranquillamente potuto giocare in queste categorie”. Fulghieri spiega i motivi che lo hanno portato a scendere in Seconda categoria e a vestire la maglia del Real Valle Martella: “Io sono di questa zona e ho scelto di giocare a calcio per pura passione e per stare con un gruppo di ragazzi che conosco da tempo. Inoltre qui c’è una società di persone serie e ambiziose, magari posso tornare a fare categorie più importanti con questo club”.