Notizie
Categorie: UNDER 15 DIL. - Giovanili

Retroguardie granitiche: le miglior difese al comando

Andiamo ad analizzare i dati delle difese delle squadre che occupano i primi posti nei rispettivi gironi



Tor di Quinto Under 15 (C)Lori

Non è un caso se negli ultimi anni chi riesce a conquistare trofei in Italia e all'estero siano quasi sempre le squadre che tendono a subire meno gol. Una caratteristica presente non solo nell'ambito del professionismo, ma anche a livello regionale: basti pensare all'impresa dello scorso anno della Pro Calcio Tor Sapienza, vincitrice del proprio girone in Eccellenza con lo score dei gol subiti pari alla metà della seconda in classifica. Tendenza che sta prendendo piede nei settori giovanili, dove l'estro e la fantasia dei singoli vengono sempre premiati e messi in luce, contemporaneamente alla ricerca di quell'equilibrio tattico in fase difensiva. Sintomo di maturità, consapevolezza e intelligenza, il "non subire gol" è un mantra che i tecnici hanno cercato di infondere alle rispettive squadre, un modo assolutamente efficace per mantenere alta la concentrazione per tutta la durata del match. Sono infatti le miglior difese del torneo ad occupare le prime posizioni dei gironi: davanti a tutti c'è la Tor Tre Teste di Mei che con appena 11 gol subiti (meno di uno ogni due partite); con 14 reti incassate segue il Tor di Quinto di Moretti il quale si trova al terzo posto del girone b; subito dopo viene il Grifone Monteverde di Maffei con 15, seguito dall'Accademia Calcio Roma di Massimi con 20; infine ci sono Giardinetti e Urbetevere, entrambe con 25 gol subiti. I perché di mantenere la porta inviolata sono intuibili: oltre a dare quell'equilibrio di cui si parlava in precedenza, esso è un'ottima iniezione di fiducia, la quale ti sprona a dare il massimo e ad affrontare le successive gare con la giusta cattiveria agonistica e con lo spirito di migliorarti sempre di più.