Notizie

Riaperto a Montespaccato il Giardino Vincenzo Paparelli

Alla cerimonia presenti il fratello Angelo Paparelli, la presidente del Municipio XIII Castagnetta, l'Assessore all'Ambiente Penna e una delegazione del Montespaccato Savoia



È sempre importante passare dalla memoria ai fatti, solo così si tiene veramente vivo il ricordo di una persona cara. Stamattina ha riaperto il Giardino Vincenzo Paparelli in via Cornelia 73, nel cuore di Montespaccato dove Vincenzo è nato e cresciuto fianco a fianco con il fratello Angelo. Sono passati esattamente 40 anni da quella maledetta domenica che ha macchiato di sangue un derby tra Roma e Lazio: oggi si è fatto squadra per onorarlo nel migliore nei modi, vicino alla sua famiglia e nel posto dove è nato.


Tariuc e Sismondi del Montespaccato Savoia, con Giuseppina Castagnetta e Angelo Paparelli ©GazReg


Hanno partecipato all'inaugurazione proprio Angelo Paparelli, la presidente del Municipio XIII Aurelio Giuseppina Castagnetta, l'Assessore all'Ambiente Emanuele Penna, i direttori dei lavori di riqualifica del parco ed una delegazione del Montespaccato Savoia, squadra di calcio militante nel campionato di Eccellenza sotto la gestione dell'IPAB Asilo Savoia di Massimiliano Monnanni che tanto sta facendo per il quartiere e la comunità di Roma ovest. Hanno aperto la cerimonia le parole di Castagnetta: "Questo giardino era abbandonto a se stesso e ad aprile scorso era stato anche vandalizzato. Avevamo già in programma un piano di riqualifica e ci teniamo tantissimo a riaprire questo parco. I lavori non sono completamente ultimati, ma sono in via di definizione: vogliamo dare a tutta la cittadinanza un segnale forte che il Municipio XIII c'è e sta riqualificando le sue aree. Serve tempo, ma l'area è fruibile al pubblico: questo è un evento commemorativo per Vincenzo e oggi siamo felici di essere qui, oggi il parco rivive con la sua presenza. Ringrazio i ragazzi della squarda del Montespaccato Savoia, qui presente: sono testimonial del fatto che la violenza, in qualunque forma, nel mondo dello sport va contrastata con forza. Lavorando insieme sul territorio possiamo rinascere: sono contenta di vedere tanti cittadini oggi accorsi al parco con interesse. Tutti i giochi del giardino sono inclusivi, ovvero accessibili anche a bambini disabili,  ed anti-trauma, affinché tutti possano divertirsi in sicurezza; inoltre i muri sono stati ridipinti, sono state installate nuove fioriere con pachine e tavoli". Prende poi parola Angelo Paparelli, fratello di Vincenzo: "La nostra famiglia è grata al Municipio per quanto sta facendo, siamo onorati di tutto ciò: questa è la nostra borgata, avevamo un'autofficina qui vicino e io ogni tanto vengo al parco, mi leggo i giornali e sento Vincenzo ancor più vicino a me. Siamo felici e vi ringraziamo tantissimo. Vivo per non dimenticare: Vincenzo non era solo un fratello per me, era un collega, un maestro e un amico".


Sull'edizione cartacea di Gazzetta Regionale di lunedì 28 ottobre l'approfondimento sulla riapertura del Giardino Paparelli