Notizie
Categorie: Calcio a 5

Roma 3Z, Biasini: "Ripartire? Un sogno a cui vogliamo credere"

Il direttore generale sottolinea l'impegno del club gialloblù nel rispetto delle regole in questo momento di grande difficoltà



Il dg Biasini assieme ad un piccolo tifoso gialloblù

“Il 5 marzo abbiamo immediatamente sospeso tutte le attività dalla serie B alla scuola calcio”. A dirlo è il direttore generale dell'History Roma 3Z Marco Biasini. “Una scelta presa quando la situazione non era ancora così delicata e non c'era ancora nessun tipo di restrizione. Una decisione che abbiamo voluto prendere perché il nostro primo interesse è stato di tutelare la salute di tutti i nostri tesserati e delle loro famiglie. Siamo state una delle prime società a farlo. Oggi la situazione è davvero complicata e lo sarà ancora di più nei prossimi giorni”. Il club di via di Centocelle ha subito preso l'iniziativa per contrastare la diffusione del virus. “E' chiaro che ci troviamo ad affrontare un problema gravissimo che non coinvolge solo l'Italia, ma anche l'Europa e tutto il mondo. In uno scenario di questo tipo, il calcio a 5 passa in secondo piano. Noi come società, nel nostro piccolo, possiamo solo compiere il nostro dovere ed abbiamo esortato, sin da subito, i nostri ragazzi a rimanere a casa e a rispettare alla lettera tutte le disposizioni del governo. Ancora oggi sentiamo i giocatori e facciamo in modo che si allenino tra le mura di casa, in attesa che questo incubo possa finire”. Guardando al futuro Marco Biasini non si sbilancia: “Non possiamo sapere quello che accadrà da un punto di vista sportivo. Non vediamo l'ora di tornare in campo, ma prima dobbiamo metterci alle spalle questo momento nero. Se si ripartirà, non si dovrà buttare la stagione, quindi Divisione e Comitato dovranno trovare il modo migliore per portarla a termine. Ad oggi sembra quasi un sogno, ma noi ci vogliamo credere. A piena voce, però, continuiamo a dire ai ragazzi di rimanere a casa. Solo fermandoci tutti, possiamo fermare anche il virus. Infine mando un grosso in bocca al lupo a tutto il mondo del futsal con la speranza di ritrovarci quanto prima in campo”.