Notizie
Categorie: Nazionali - Under 16

Roma, Pellegrini e quella super prestazione con il Trapani

Il difensore giallorosso è stato il migliore in campo contro i granata. Una prova di alto livello fatta di concentrazione e cattiveria agonistica



Matteo Pellegrini, uno scatto dell'anno scorso ©De Cesaris

Nemmeno il Trapani è riuscito a sfuggire alle grinfie giallorosse e la formazione di Daì, reduce da un ottimo avvio di stagione, si è dovuto arrendere alle qualità della Roma. I siciliani vantavano un ottimo score realizzativo ma Matteo Pellegrini ha alzato la voce. Il difensore capitolino è stato senza dubbio il migliore in campo della sfida andata in scena domenica mattina a Trigoria. Strapotere fisico ed una grinta da far invidia hanno permesso al numero 5 di stroncare sul nascere ogni offensiva avversaria. Con il supporto di Chesti, anche lui autore di una buona partita, la difesa della Roma si è destreggiata molto bene annullando le grandi doti dell'attacco granata. Con l'infortunio di Alessio Muratori che sarà costretto ad un lungo stop, Pellegrini e Chesti saranno i due titolari designati per il prosieguo della stagione in quanto figurano altri difensori centrali classe 2004. Le opzioni per sopperire a questa situazione ci sono, come ad esempio Morgantini dell'Under 15 che infatti Parisi ha chiamato ai suoi ordini per il match con il Trapani, o l'adattamento di Francesco D'Alessio che però potrebbe essere spesso convocato in Under 17 (domenica infatti era a Salerno con la formazione di Piccareta). Ma se Chesti, e soprattutto Pellegrini, dovessero continuare a mantenere il rendimento così alto, Parisi non avrà troppi grattacapi e potrà stare piuttosto tranquillo. L'apice della super prova di Pellegrini c'è stata attorno alla mezz'ora del secondo tempo, subito dopo il gol del Trapani. La bella punizione di De Marco dona nuove speranze ai siciliani che prende coraggio gettandosi all'arrembaggio. La Roma si difende e prova a colpire di rimessa. Sugli sviluppi di un corner per i giallorossi salgono le torri ma gli ospiti liberano l'area e ripartono in contropiede. Pellegrini si lancia alla rincorsa, arpiona il pallone in possesso dei granata e subisce fallo. E in ginocchio, con il pugno chiuso rivolto verso l'alto lascia partire un urlo liberatorio che fa vibrare Trigoria. Roma ha vinto. Pellegrini l'ha difesa con il coltello tra i denti. Proprio Pellegrini, quel cognome che nella Capitale scalda i cuori dei tifosi giallorossi. Dopo Luca, e soprattutto Lorenzo, sarà Matteo a proseguire la "dinastia"?