Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Roma, Piccareta dopo il Napoli: “Abbiamo meritato la finale”

Il tecnico giallorosso ha parlato dopo la semifinale vinta contro i partenopei



Fabrizio Piccareta ©Torrisi

La Roma prosegue lo splendido cammino avviato ad inizio stagione e vola in finale Scudetto battendo il Napoli per 2-1. Dimostrazione di forza e carattere, oltre la certificazione dell’ottimo lavoro svolto dal tecnico Fabrizio Piccareta sulla panchina giallorossa. Dopo il trionfo in semifinale, l’allenatore romanista ha analizzato la prestazione dei suoi ragazzi: “Nonostante abbiamo giocato una partita di alto livello, credo che ci siano stati degli errori tecnici da evitare, soprattutto in vista della finale. Queste leggerezze sono state dovute anche a causa della tensione vista l’importanza della sfida. Il fatto di giocarsi un’intera stagione in 90 minuti ci ha tolto un po’ di tranquillità. Nel primo tempo abbiamo costruito tanto ma la sfortuna non ci ha permesso di trovare la via del gol. Quest’anno abbiamo battuto diversi record, ora anche quello di aver colpito due traverse nella stessa azione (ride, ndr). Poi, nella ripresa, abbiamo insistito trovando le due reti, mi è piaciuta molto anche la reazione dei ragazzi dopo il gol subito”. L’esperienza di Piccareta, accumulata grazie al lavoro svolto su panchine di prime squadre (Viceallenatore di Paolo Di Canio allo Swindon Town e tecnico dell’Inter Turku) non può che essere un punto in favore dei giovani giallorossi: “Questo aspetto lo abbiamo curato soprattutto durante gli allenamenti settimanali. L’intensità è sempre molto alta, così come l’attenzione nelle varie situazioni di gioco. In partite importanti come può essere una semifinale Scudetto cerco di dare tranquillità ai ragazzi, tengo sempre bene a mente che sono ragazzi di 17 anni, e per questo motivo devono divertirsi. Con questo non intendo di fare le cose con leggerezza, bensì godere di avere la palla tra i piedi. La cosa che mi dà più soddisfazione è vedere i miei giocatori che si divertono esprimendo un calcio bello ed efficace”. Piccareta ha poi commentato l’ingresso in campo di Ciervo che ha dato una svolta decisiva al match: “Sinceramente mi aspettavo da Ciervo una mezz’ora di questo livello. Parliamo di un giocatore che in questa stagione è cresciuto tantissimo, ha delle qualità che gli permettono di essere determinante a partita in corso con questi strappi. Cancellieri non stava disputando una brutta gara ma non era nella sua serata migliore, ci serviva qualcuno che mettesse la quinta e Riccardo ha queste qualità nelle sue corde. Ho a disposizione una rosa di un livello molto alto ed anche quando cambio qualcosa nell’assetto la sostanza resta la stessa. Tripi, ad esempio, ha iniziato da difensore centrale per poi terminare la partita da centrocampista. Questa sua duttilità ci aiuta sempre, legge bene le situazioni, ha personalità e sa esprimersi in ruoli diversi con la stessa efficacia”. Il tecnico ha concluso parlando della finale contro l’Inter: “Vincerà lo Scudetto chi riuscirà ad approfittare prima delle debolezze degli avversari. Squadre di questa caratura hanno oggettivamente pochi punti deboli ma conquistare il tricolore sarebbe il coronamento di una stagione fantastica”.