Notizie

Roma, Vergani come Zaniolo? Ecco chi è il bomber nerazzurro

I giallorossi lo avrebbero inserito nella trattativa per Dzeko. Il 2001 è uno degli attaccanti più forti d'Italia nella sua classe d'età, capocannoniere dell'Europeo U17 e poi ha già fatto gol alla Lazio



Edoardo Vergani, l'attaccante è in orbita Roma ©figc

La Roma riprova lo “schema Zaniolo”. Stavolta il protagonista è Edoardo Vergani, giovane attaccante nerazzurro che pare destinato ad approdare a Trigoria nella trattativa che porterà Edin Dzeko all'Inter. Scopriamo chi è il centravanti che potrebbe far fare un salto di qualità importante alla Primavera di Alberto De Rossi.


Vergani al momento del rinnovo con l'Inter

La trattativa L'estate di mercato giallorossa si è aperta con l'Inter che ha bussato alle porte di Trigoria in cerca di Edin Dzeko. Nella trattativa per il bosniaco, ormai già con le valigie in mano, il club capitolino così come già fatto nell'affare Nainggolan spinge per l'inserimento di un giovane nerazzurro come parziale contropartita. Mossa rivelatasi assai felice con l'esplosione di Zaniolo a placare gli umori dei tifosi. Stavolta il compito sembra spettare ad Edoardo Vergani, classe 2001. L'attaccante pare essere il profilo gusto per mettere d'accordo i due club dopo che i nerazzurri hanno rispedito al mittente le richieste per altri due gioiellini come Esposito e Merola.


Vergani, con l'ormai ex giallorosso Freddi Greco ©figc

Gol a raffica Quello di Edoardo Vergani è un nome che potrebbe dire poco o nulla agli appassionati ma chi orbita attorno al mondo del calcio giovanile sa benissimo che si parla di un profilo di primissimo piano. Classe 2001, attaccante centrale con fisico e qualità da centravanti puro. Arrivato all'Inter dal Monza, sin dai Giovanissimi Regionali Vergani ha sempre dimostrato di saper bene come far gol. Una delle peculiarità di Vergani è quella della freddezza sotto porta e della capacità di saper trovare spazi e tempi giusti per colpire. Se cade una palla in area, potete star certi che Vergani è lì pronto a buttarla in rete. Basterebbe questo per riassumere le caratteristiche di quello che sarebbe un vero e proprio colpo per la Primavera di Alberto De Rossi. Con l'Inter ha sempre segnato tanto, trascinatore negli anni dell'Under 15 e capocannoniere con l'Under 17. Stagione, la scorsa, particolarmente felice per Vergani che ha stupito tutti anche su un palcoscenico internazionale com'è stato l'Europeo Under 17 dove ha rivelato tutto il suo potenziale. Gli azzurrini si sono arresi in finale ma lui si è consolato con il premio di capocannoniere della manifestazione. Non solo nazionale ma anche club perchè Vergani è stato decisivo anche sotto età firmando il gol vittoria al Torneo di Viareggio. Quest'anno, l'attaccante ha dovuto fare i conti con qualche infortunio di troppo e con una concorrenza a dir poco agguerrita. Colidio, Salcedo, Merola e l'esplosione di Esposito ne hanno minato il minutaggio in Primavera. Nonostante tutto, Vergani rimane uno degli attaccanti classe 2001 più interessanti d'Italia (non a caso l'Inter ha voluto rinnovargli il contratto sino al 2023,ndr) e il suo arrivo in giallorosso potrebbe far fare un grande salto di qualità al reparto avanzato di Alberto De Rossi.


L'esultanza di VErgani dopo il gol alla Roma al Nike ©GazReg

Ha già fatto gol alla Lazio... Tornando indietro nel tempo, le strade della Roma e di Vergani si sono già incrociate. Uno degli appuntamenti più importanti è sicuramente quello della finale del Torneo Nike ai tempi in cui i classe 2001 partecipavano alla categoria dei Giovanissimi Nazionali. La Roma in quell'anno inanellava numeri da record con D'Andrea in panchina e, prima di sfiorare lo Scudetto, arrivò a giocarsi la finale di quella che era la più importante kermesse dedicata agli Under 15. Ad alzare il trofeo fu l'Inter grazie, guarda te la sorte, ad una doppietta di uno spietato Vergani. Il centravanti però ha anche un altro dato che, con un pizzico di ironia, potrebbe far piacere ai tifosi giallorossi. Giocando sotto età con i Giovanissimi Nazionali classe 2000 rifilò un'incredibile tripletta alla Lazio che venne così eliminata nella post season verso il tricolore 2014/2015. Un biglietto da visita questo che, quando ti trovi dalle parti di Trigoria, non è cosa da poco.