Notizie
Categorie: UNDER 14 DIL. - Giovanili

Roma VIII, Pecoraro: "Ancora non abbiamo vinto nulla"

Il tecnico dell'Under 14 predica calma, nonostante il primato in classifica sempre più solido



Roma VIII

La Roma VIII ha allungato. La squadra di mister Elio Pecoraro ha fatto il suo dovere violando il campo dell’Agosta con un rotondo 4-0 firmato da Marazza (doppietta), Paoletti e Palombi, ma ottime notizie sono arrivate anche dallo scontro diretto tra Vis Subiaco e Tbm (vale a dire le prime inseguitrici dei capitolini) che si è concluso sull’1-1. Ora la Roma VIII ha un vantaggio di cinque punti sui “cugini” della Tbm, secondi della classe: "Sicuramente è un risultato che ci fa comodo, ma non abbiamo ancora vinto nulla – avvisa Pecoraro - Mancano gli scontri diretti contro Vis Subiaco e Tbm che giocheremo tra l’altro fuori casa e manca anche l’incrocio con la Tivoli che ospiteremo nel nostro centro sportivo". Il tecnico tiene alta l’attenzione e poi commenta l’ultima partita giocata dai suoi ragazzi: "Sul campo dell’Agosta, la Tbm aveva vinto “solo” 2-1 e quindi non era una partita semplice. Lì si gioca su un campo con fondo in terra molto duro, anche se l’avversario era decimato da infortuni e assenze di vario tipo e dunque si è presentato con soli dieci elementi. Hanno fatto una partita molto difensiva e noi non siamo stati brillantissimi, ma dopo il primo gol le cose si sono messe nel verso giusto". La squadra di mister Pecoraro ha numeri impressionanti: non solo il miglior attacco (66 reti all’attivo), ma anche la miglior difesa con appena tre reti incassate. "Segno della capacità di questo gruppo di mantenere sempre alta la tensione – sottolinea Pecoraro – Un gol lo abbiamo subito su rigore col Casilina, uno con l’Aniene e uno col Torre Angela che sarà il prossimo avversario". Sarà un testa coda considerando che il Torre Angela è ultimo della classe: "Le partite bisogna giocarle e vincerle sul campo, non sulla carta" ribadisce Pecoraro che in chiusura vuole sottolineare come tutto l’ambiente “spinga” la sua squadra: "Devo ringraziare anche pubblicamente la società per la costante vicinanza e il sostegno che ci sta dando, ma in particolare voglio sottolineare lo splendido rapporto che si è creato col direttore tecnico dell’agonistica Roberto Petricone con cui c’è un rapporto favoloso e una totale identità di vedute".