Notizie
Categorie: Giovanili - UNDER 17 DIL.

Romulea, amaro Belardo: "Squadra senza carattere"

L'allenatore degli amaranto oro è deluso e arrabbiato della prestazione dei suoi a Ferentino. Squadra, a detta del tecnico, priva di forza fisica e poca voglia di giocare a calcio



10a Giornata
3 - 3

Romulea, il tecnico Roberto Belardo ©GazReg

Non nasconde tutta la sua delusione e la sua rabbia Roberto Belardo, domenica in panchina per guidare la formazione degli Allievi Elitè della Romulea a seguito del saluto di Alessandro Brunelli giunto la scorsa settimana, alla vigilia della sfida in Ciociaria contro il Ferentino. Il 3-3 maturato alla fine di 85' rocamboleschi al "Comunale", viene commentato con amarezza dal tecnico amaranto oro. Un punto ottenuto in casa della penultima in classifica, dopo essere stati in vantaggio sullo 0-1, raggiunti e superati sul 2-1. ribaltata la situazione con il 2-3 firmato dal gioiello balistico di Rotoloni e appena un minuto più in là, il definitivo pareggio di Grandi.


"La squadra ha cambiato l’allenatore giovedì poiché l’allenatore non si è presentato, quindi abbiamo fatto soltanto due allenamenti. L’impressione che ho avuto io è che la squadra è messa molto male: fisicamente una squadra indecente, giocano con molta paura. Non è una squadra da Allievi Elitè della Romulea, stanno facendo molto male, oggi hanno fatto molto male. Ferentino meritava molto di più rispetto a quello che ha ottenuto, quindi il 3-3 è un risultato che ci va anche largo per quanto mi riguarda. Noi fisicamente e mentalmente una squadra senza carattere. Sono veramente deluso, arrabbiato: se non si cambia registro questa è una squadra destinata a fare bassa classifica, assolutamente una squadra che gioca molto male. Il nostro portiere è stato prodigioso in alcune circostanze, in altre disastroso perché io credo che sui tre gol subiti due sono sicuramente disattenzioni sue in maniera clamorosa. Squadra proprio vuota, senza carattere, forza fisica. Sono deluso e arrabbiato. C’è sempre da lavorare, ma il primo lavoro lo devono fare i ragazzi. Se questa è la voglia che hanno di giocare a calcio è meglio che lascino stare e facciano altre cose"