Notizie
Categorie: Altri sport

Serie B - La Fenice, Balducci: "Bene il primo set poi però..."

Il libero commenta così il momento dei suoi: "Questa e la scorsa partita devono essere prese da esempio per evitare di incappare negli stessi errori mentali e di atteggiamento"



Image title

Mai sottovalutare alcuna squadra, neppure quelle con meno punti, di bassa classifica, soprattutto da metà campionato: quando tutte le compagini hanno cominciato a ingranare e a rafforzarsi. Che l’inizio del girone di ritorno facesse da spartiacque era prevedibile e in queste due prime giornate si evince con sempre maggiore chiarezza. La Fenice è esattamente a metà classifica: settimo posto con 26 punti. Quattro punti sopra la Virtus Roma (ottava) e a pochi sotto dell’alta classifica. Sabato a Sabaudia si è consumata la seconda sconfitta per i ragazzi di mister Giordani (tre a uno; i set: 25-27, 25-19, 25-18, 25-19); i padroni di casa si sono dimostrati agguerriti e di esperienza dando un personale corso alla gara, impostando al meglio il gioco. Davide Balducci, il libero, commenta così la partita: “Il primo set lo abbiamo giocato bene, una buona pallavolo espressa che però inspiegabilmente è andata scemando negli altri set: è scomparsa. Forse per innalzamento del livello di gioco degli avversari, un po’ per distrazioni nostre …non siamo più riusciti a giocare come sappiamo. E’ vero che durante la settimana abbiamo avuto defezioni per influenze varie e le distrazioni in questi ultimi giorni han fatto si che il risultato sia giusto”. Davide non si abbatte, stimola e sostiene tutto il gruppo: “Questa e la scorsa partita devono essere prese da esempio per evitare di incappare negli stessi errori mentali e di atteggiamento, in vista delle prossime gare perché  abbiamo sbagliato l’incipit del girone di ritorno e non possiamo permetterci di proseguire così”. Anche mister Giordani analizza l’ultimo match:“Il Sabaudia ha giocato per il valore degli attaccanti che ha...che sono i più forti del girone; prima di sabato ha fatto fatica ad esprimere il proprio potenziale, o meglio, lo aveva fatto raramente.Noi siamo stati troppo fallosi sul servizio, decenti negli altri fondamentali. Hanno mostrato più voglia di vincere, approcciando meglio di noi alla gara”. L’impegno è per tutti e a 360 gradi: “Lavoreremo per migliorare il nostro atteggiamento agonistico partendo dalle piccole cose”. L’entusiasmo non cala e da oggi tutti a lavoro a testa china, per reagire già con la prossima gara in casa contro il Viterbo.