Notizie
Categorie: Altri sport

Serie C - Palombara batte il Talete e conquista i play off

La formazione sabina aveva come unico obiettivo un successo senza concedere set: risultato raggiunto



La vittoria per 0-3 era l’unico risultato possibile dopo l’esito della gara della Virtus di sabato 6. Vincendo in tre set secchi contro Viterbo, la formazione romana aveva ancorato le nostre ragazze alla sola conquista dei 3 punti per poter accedere ai playoff. L’Edilfema non ha tardato troppo a rispondere, andando a vincere l’ultima gara di campionato in trasferta contro la Pol.Dil.Talete conquistando il 0-3 e piazzandosi tra le 5 squadre del girone con accesso diretto alla fase successiva. A sostenere la squadra, una folta tifoseria che ha colorato di rossoblù la palestra di Via Nazareth. 

Le ragazze del Palombara esultano per i play off


L’inizio della gara viene posticipato a causa di una precedente partita ed il riscaldamento viene ridotto ad una 40ina di minuti. Le palombaresi stentano qualche sorriso provando a nascondere tutta l’ansia e l’adrenalina che questa gara comporta.Sapere di non poter perdere neanche un set non è certo di aiuto a livello psicologico, ma la voglia di andare a battersi per la serie B supera qualunque ostacolo. Il preparatore atletico Biondi aiuta le sabine con quache trattamento di fisioterapia per alleviare dolori vari e insieme a lui in panchina anche il dirigente Canta. 

Alle 19.10 inizia il match.  Le avversarie sono a conoscenza dell’obiettivo rossoblù ma nonostante questo non regalano nulla, giocando fino alla fine. Coach Fiorentini parte anche in questa partita con Pistorio in palleggio, Pagliaroli opposto, Aloisio e Iacobucci al centro, il capitano Iosco e Bochagova in attacco e la Di Gennaro libero. 

Secondo allenatore e scoutman Barrasso in panchina con Albanesi, Di Berardino, Fiorentini e Gargiulo. 

L’inizio del set è in perfetta parità, con Palombara che fatica ad entrare nel ritmo giusto. In partite come queste, ogni palla che si tocca è un macigno ed ha la sua importanza. Dall’appoggio al pallonetto, dal muro alla difesa, dalla ricezione all’alzata. Tutto è decisivo e deve essere fatto al meglio. L’emozione però gioca brutti scherzi alle nostre atlete. Una serie di errori porta le due formazioni in equilibrio fra loro, quando in realtà Palombara dovrebbe e potrebbe dominare a mani basse. Difese e attacchi fallosi diminuiscono il gap tra le squadre. Albanesi entra su Pistorio in seconda linea verso la metà del set per poi tornare in panchina sul giro in prima linea. Dopo aver combattuto arduamente fino al 23 pari, Palombara va a vincere il primo set con un attacco del capitano Iosco che cade in zona 1. Al rientro in campo la situazione sembra migliorare per le ragazze di coach Fiorentini. Sul 10 pari Albanesi si inserisce nel sestetto e l’Edilfema stacca l’avversario di qualche punto. Tornata Pistorio in campo, la squadra continua la sua corsa al vantaggio ma un momento di blackout colpisce le rossoblù. Talete torna a spingere e le sabine non riescono a mantenersi sulla stessa linea di inizio parziale. Sul 19 pari, dopo il recupero della squadra di casa, Palombara rialza la testa e aggredisce nelle battute finali. Vinto anche il secondo col risultato di 22-25. 

Le palombaresi sanno che non è già scritto il risultato finale, soprattutto vedendo la prestazione in corso. A sprazzi mostrano attimi di pallavolo ad alto livello misti ad attimi in cui di questa disciplina c’è molto poco. La testa e l’unione di squadra sono gli elementi che fanno la differenza. Insieme si possono fare grandi cose.  Nel terzo set si parte nuovamente in equilibrio col Talete che non sembra voler mollare. Ogni errore dona alle avversarie la possibilità di dominare il gioco. Pistorio a metà set lascia il posto ad Albanesi sul giro in seconda linea per poi tornare in prima. Il nervosismo inizia a fare da protagonista,sia dentro che fuori il campo. Alcuni errori banali portano le padrone di casa ad essere in vantaggio di qualche punto. Palombara però non si arrende, crede nelle sue capacità e torna a farsi sentire a gran voce. Arrivati sul 21-23 gli unici rumori che rimbombano all’interno della palestra sono quelli dei battiti dei cuori rossoblù. Isolate dall’esterno, la concentrazione adesso è ai massimi livelli. È Bochagova a mettere a segno il punto della vittoria. Un’esplosione di urla e tifo in campo e sugli spalti accompagna il fischio finale. Il presidente Desideri corre dalle nostra ragazze che si stringono in un abbraccio talmente forte da togliere il fiato. Unite più che mai, dai volti delle palombaresi scappa qualche lacrima segno dei tanti sacrifici fatti per arrivare fino a qui. 

Giocare partite come questa non è facile. A maggior ragione quando fino a un mese e mezzo fa i playoff sembravano lontani. Qualche intoppo durante il percorso aveva messo in bilico l’obiettivo che la società si era posta a inizio stagione.  Fortunatamente le cose sono andate per il meglio. La squadra ha saputo reagire nei momenti di difficoltà, quando nessuno sembrava più credere in loro. Piano piano l’amore verso questo sport, il grande lavoro di squadra, i sacrifici e anche i momenti “no” negli allenamenti hanno condotto al raggiungimento del sogno playoff.

Per alcune giocatrici rappresenta un obiettivo già raggiunto negli anni precedenti mentre per alcune è la prima volta, ma tutte sono arrivate insieme al traguardo, da vero team.  Ora restano le battute finali. Si gioca sabato 13 Maggio in casa contro la Polisportiva Cali Roma XIII, seconda classificata del girone B di serie C Femminile.