Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Sezze: torna lo storico marchio Vis dopo quasi 20 anni

Ufficiale il cambio di denominazione del club rossoblu. Soddisfatti il presidente Marco Gaeta e il dirigente Sisto Giorgi




Il nuovo logo rossoblu

Vis Sezze, un brand che ha fatto crescere centinaia di giovani ragazzi setini, che dietro quel nome hanno altrettante storie da raccontare, emozioni, soddisfazioni e delusioni, con il leone rampante a farla da padrone. La dicitura societaria Vis Sezze fu tolta nel 1998 e da quella data una serie di nomi si sono succeduti. Un buco lungo quasi 20 anni, che finalmente, per forte volere della dirigenza rossoblu, adesso può tornare sulle maglie. La richiesta, avanzata agli organi competenti, è stata accettata e da ieri la società sportiva tornerà a fregiarsi del prestigioso marchio Vis Sezze. A commentare la novità il presidente Marco Gaeta: “E’ davvero una forte emozione per me comunicare che da oggi torneremo a chiamarci Vis Sezze. Seppur la richiesta formale alla LND è stata avanzata dal nostro consiglio direttivo, in realtà non abbiamo fatto altro che accogliere un volere molto più ampio, ossia quello di tutti gli appassionati rossoblu. Il nome VIS infatti non è mai andato via dalla testa e dai cuori di tutti noi tifosi del calcio setino. Abbiamo tanto desiderato che questo marchio tornasse sulle nostre maglie, consapevoli che ora avremo per alcuni versi una maggiore responsabilità, ma fiduciosi allo stesso tempo di riuscire a fare bene. Il prossimo 21 agosto in occasione della festa dei calendari, quindi, tra le squadre sarà presente la Vis Sezze ed è una cosa che ci inorgoglisce e ci da forza per affrontare al meglio la nuova stagione. Guardiamo al futuro ponendo alla base la nostra storia, una storia da rispettare ed onorare, la storia della VIS”. Altrettanto soddisfatto Sisto Giorgi, storico dirigente rossoblu, che in questa stagione taglia il traguardo dei 40 anni nel calcio setino: “Un regalo migliore per i miei 40 di attività dirigenziale nel calcio di Sezze non potevo sperare. Sono davvero contento per la scelta della società di tornare ad un nome cui sono legato a doppia mandata. Ho avuto la fortuna di vivere in prima persona gli anni d’oro della Vis Sezze, che ha raccolto successi in tutta Italia, e questa decisione della società – conclude il dirigente rossoblu – fa ulteriormente comprendere che tipo di serietà regni in questo sodalizio, che non ha timore di confrontarsi con il passato e che dimostra rispetto per questi colori”.