Notizie
Categorie: UNDER 16 DIL. - Giovanili

Tor 3 Teste, Corsi orgoglioso: “Un applauso ai miei ragazzi”

Il tecnico rossoblu si esprime al termine del match pareggiato con l’Urbe, ma valso l’eliminazione dai playoff



Emiliano Corsi (©Lori)

Il cuore non è bastato. La Tor Tre Teste è andata ad un passo da quella che sarebbe stata una clamorosa rimonta, a pochi centimetri da una finale che dopo appena 10 minuti di gara con l’Urbetevere, sembrava impossibile da raggiungere. “Peccato per aver regalato quasi un tempo, perché abbiamo incassato due gol a seguito di errori nostri – esordisce a fine gara Corsi, tecnico rossoblu – Nell’intervallo, comunque, mi sono sgolato per far capire ai ragazzi che bastava poco per riaprire la partita, c’è stata una grande reazione da parte della squadra e nella ripresa abbiamo fatto molto bene”. Un pareggio davvero amaro e soprattutto quel palo a tempo ormai scaduto che grida ancora vendetta. In ogni caso la Tor Tre Teste torna a casa a testa altissima: “A testa alta saremmo usciti comunque, perché per il percorso che è stato fatto da questi ragazzi c’è solo da battergli le mani – sottolinea Corsi – Peccato, non nascondiamo che ci sarebbe piaciuto giocare la finale, però se non è bastato quanto di buono abbiamo fatto, significa che il prossimo anno servirà lavorare di più”. Sarebbe potuta essere la seconda finale stagionale per la Tor Tre Teste e soprattutto per il tecnico rossoblu, che avrebbe rincontrato la Vigor Perconti di Luigi Miccio, in una sorta di rivincita dopo il titolo sfumato con gli Allievi Elite: “Più che preoccuparmi di Vigor Perconti ed Urbetevere, mi preoccupo di battere le mani ai miei ragazzi e di fargli un grande ‘in bocca al lupo’, invitandoli a pensare che il calcio darà sempre una seconda opportunità – conclude Corsi – Vincere un titolo regionale è sicuramente una bella soddisfazione, che però non dà diritto a montarsi la testa; perderlo significa mettersi sotto e continuare a lavorare con umiltà”.